SUPERLEGA. Candy Arena off limits per il Bunge Ravenna, trionfo Gi Group

MONZA. Ancora una volta, la quarta in questa stagione, la quinta se si considera anche la vittoria in Coppa Italia, il Gi Group fa gioire il pubblico della Candy Arena

Di Redazione | Domenica, 17 Dicembre 2017 22:10

Thomas Beretta (Gi Group Monza)

 

 

La vittima è un’ottima Bunge Ravenna, arrivata in Brianza con l’intento di firmare la sua settima vittoria dell’anno, ma incapace di farlo nonostante la conquista determinata del primo gioco. Alla fine sono i ragazzi di Falasca a far loro 3 punti importantissimi in chiave classifica grazie al 3-1 finale firmato in rimonta sui romagnoli nella dodicesima giornata di andata della Superlega.

 

Ultima sfida

A distanza di un appuntamento dal giro di boa, Botto e compagni chiudono con una vittoria l’ultima sfida casalinga del 2017, trainati da un Plotnytskyi devastante, entrato a gara in corso e capace di firmare 22 punti, 4 muri, 67% in attacco, numeri che gli hanno regalato al termine della gara il premio Mvp. A spingere i monzesi alla vittoria, però, anche una grintosa prova a muro (14 contro i 12 ravennate), l’attacco (52% contro il 44% degli ospiti) e una prova elettrizzante di Finger (18 punti, 1 ace, 1 muro) e Beretta (13 punti, 1 ace e ben 6 muri). La squadra di Soli ha tenuto il passo dei brianzoli nel terzo set con il solito Buchegger (24 punti, 2 ace, 2 muri) e con le giocate di Poglajen in attacco (12 punti, 2 muri) e Georgiev e Diamantini a muro (7 in due), ma non è bastato: Monza ha schiacciato sull’acceleratore nel quarto (22-17) chiudendo la gara 3-1.

 

Post partita

Oleg Plotnytskyi (Gi Group Monza): “E’ stata davvero una grande serata per noi. Merito di un pubblico eccezionale e della nostra voglia di fare nostri questi 3 punti. Siamo partiti in sordina, complice un ottimo avvio di Ravenna al servizio, ma poi il rientro nel secondo set ci ha spianato la strada per la vittoria. Quando siamo convinti delle nostre potenzialità diventiamo davvero difficili da battere. Sarà importante mantenere questo approccio e questa determinazione anche nelle prossime gare perché in settimana ci alleniamo davvero bene e abbiamo voglia di dimostrare il nostro valore”.

 

 

Cristian Gabriel Pogjalen (Bunge Ravenna): “Sapevamo che questa sfida sarebbe stata tosta. Monza finora ha sempre dato il meglio davanti al suo pubblico e anche questa sera l’ha dimostrato rimontandoci. Cosa non ha girato? Sicuramente il servizio dal secondo set in poi: loro sono cresciuti molto sia in attacco che in battuta e chiaramente ci hanno creato problemi. Dovremo ripartire con carattere e grinta perché ci aspettano partite importanti prima della chiusura dell’anno. Complimenti a loro per come hanno recuperato, ma dobbiamo e possiamo sicuramente fare di più”.

 

 

Gi Group Monza - Bunge Ravenna 3-1 (20-25, 25-19, 25-17, 25-21)

 

Gi Group Monza: Shoji 3, Botto 4, Beretta 13, Finger 18, Dzavoronok 2, Barone 4, Brunetti (L), Rizzo (L), Plotnytskyi 22, Terpin 0, Langlois 0, Walsh 0. N.E. Buti, Hirsch. All. Falasca.

 

 

Bunge Ravenna: Orduna 1, Poglajen 12, Diamantini 7, Buchegger 24, Raffaelli 7, Georgiev 8, Marchini (L), Goi (L), Vitelli 1, Marechal 0, Gutierrez 3. N.E. Pistolesi, Mazzone. All. Soli.

 

 

Servizio a cura di Romano Lombardi

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù