SERIE A2 MASCHILE. Alla Centrale (McDonald’s) arriva un punto dall’Impavida Ortona

ORTONA (CH). Un match altalenante che premia i padroni di casa, vittoriosi di misura al tie break e che elimina Brescia dalla Final Eight di Coppa Italia

Di Redazione | Domenica, 19 Novembre 2017 22:50

Ortona-Brescia

 

 

Brescia parte con la grinta giusta: piazza due break di tre punti per recuperare altrettanti svantaggi, lavora bene a muro con Codarin e Esposito (7 block degli 11 totali sono nel primo set) e si trova sopra 21-23. Ortona, con un guizzo di orgoglio, pareggia e supera (muro di Menicali per il 24-23); Cisolla sbarra la strada a Bencz (27-28) e Tartaglione tocca l’asta con l’ultimo attacco che ferma lo score sul 28-30.

 

Che partita!

Non si assiste alla ripartenza grintosa che ci si aspettava dai tucani che, dopo il 4-7 iniziale, sciupano parecchio sia in difesa che in attacco: subiscono un parziale di 9-3 che galvanizza i padroni di casa (13-10); Ortona cresce e si carica, Brescia si spegne e lascia sfilare il set fino al 25-13 finale. Altra musica nella terza frazione di gioco: Cisolla sigla il 1-5 con un pallonetto spinto, Bellei mette una delle sue diagonali strettissime per il 9-12; Impavida si riavvicina (16-17), ma non recupera, nonostante l’ingresso del nuovo arrivato Ogurčák che rileva Tartaglione; chiude Mazzon (25-20) e si va sul 1-2.

 

Ortona vince

L’asse straniero di Ortona dà più equilibrio ai padroni di casa: Bencz lavora bene sul block-out e Ogurčák si fa sentire in battuta e a muro, mentre cala l’efficacia in attacco dall’altra parte della rete. Il quarto parziale scorre veloce (15-10; 21-13) e si chiude 25-16. Il tie break è avvincente: Sieco Service prova a scappare con i muri di Menicali su Bellei e Esposito (9-5); i tucani non mollano e si avvicinano con un ace di Tiberti (9-7); poi pareggiano a 11 con quello di Sorlini (sfruttato spesso in battuta nel match, con buon esito) e a 12 con una botta di Codarin. Ortona ha più lucidità e sbaglia meno (2 errori contro i 9 bresciani) mettendo in cassaforte il match con il 15-13 finale.

 

Post partita

L’opposto Giacomo Bellei, il migliore dei tucani con 18 punti, commenta: “Ortona con la rosa al completo ha messo in campo un valore tecnico ben più alto rispetto a quel che dice la classifica; noi abbiamo fatto errori in attacco che vanno aggiustati e non abbiamo messo abbastanza pressione in alcune fasi del match. L’obiettivo salvezza vogliamo raggiungerlo al più presto e ci serve fare più punti possibile: oggi ne abbiamo comunque preso uno”.

 

 

Sieco Service Impavida Ortona - Centrale Mc Donald’s Brescia 3-2 (28-30, 25-13, 20-25, 25-16, 15-13)

 

Sieco Service Impavida Ortona: Lanci A., Zanettin ne, Tartaglione 10,  Ottaviani 15, Simoni 7, Menicali 11, Provvisiero (L), Pesare ne, Bencz  22, Sitti, Di Meo, Zanini, Ogurčák 6. All. Lanci e Costa.

 

Centrale Mc Donald’s Brescia: Tiberti 3, Bellei 18, Cisolla 14, Mazzon 9, Esposito 11, Codarin 14, Fusco (L), Sorlini 1, Statuto; n.e.: Sommavilla, Margutti . All. Zambonardi e Rotari.

 

 

Classifica Girone Blu

Maury's Italiana Assicurazioni Tuscania 29, Monini Spoleto 25, Caloni Agnelli Bergamo 23, Gioiella Micromilk Gioia del Colle 22, Centrale del Latte McDonald's Brescia 19, Pool Libertas Cantù 17, Sieco Service Ortona 17, Geosat Geovertical Lagonegro 12, VBC Mondovì 10, Pag Taviano 10, Mosca Bruno Bolzano 9, Club Italia Crai Roma 5.

 

 

Servizio a cura di Romano Lombardi

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

 

Tiramisù