SERIE A2. Ramonda Ipag chiamata alla mission impossibile a Cuneo

MONTECCHIO MAGGIORE (VI). Le castellane, reduci dalla rimonta subita con Orvieto si apprestano da affrontare la seconda trasferta consecutiva contro la forte Cuneo

Di Redazione | Venerdì, 27 Ottobre 2017 09:30

In copertina le Ramonda Ipag Montecchio

 

 

Le colchoneros vicentine sono tornate martedì in palestra per analizzare la sconfitta di domenica contro Zambelli Orvieto e per preparare al meglio la quarta uscita stagionale con un altro avversario di alto calibro: Ubi Banca S. Bernardo Cuneo, una formazione costruita per vincere e tentare l’approdo in A1. Una formazione, quella cuneese con giocatrici di alto profilo in tutti i ruoli come la palleggiatrice e capitano Ludovica Dalia e l’opposta Tereza Vanzurova.

 

Pregara

“È fantastico per noi poter giocare contro una formazione come Cuneo con un roster di altissimo livello, guidato da un allenatore come Salvagni. Per noi sarà l’ennesima occasione di imparare qualcosa di importante perché è contro squadre di questa caratura che possiamo fare passi in avanti importanti e costruire così le basi per la nostra salvezza - spiega coach Marcello Bertolini -. Le ragazze le vedo sempre molto cariche con una grande voglia di voler fare bene nonostante un avversario, sulla carta, molto più attrezzato di noi. Sarà importante mantenere altissimo il livello di concentrazione senza guardare troppo al risultato e saper sfruttare i loro momenti di pausa e così poterle spaventare. Dal punto di vista tecnico è difficile dire cosa preparare in questo tipo di partita, bisogna essere praticamente perfetti”.

 

Percentuali

Le ultime partite hanno detto che Montecchio dovrà migliorare le percentuali di primi tempi e nel caso della partita con Cuneo, come ricorda l’allenatore castellano, sarà necessario attaccare con astuzia contro il muro piemontese.

 

 

 

Servizio a cura di Pierluigi Rudiani

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù