SUPERLEGA. Il Gi Group Team brilla contro Sora, laziali sconfitti in rimonta 3-1

MONZA. Prosegue la striscia positiva stagionale del Gi Group Team Monza tra le mura amiche della Candy Arena, nuova denominazione del palazzetto dello sport

Di Redazione | Lunedì, 16 Ottobre 2017 13:48

Donovan Dzavoronok

 

 

La squadra di Falasca, dopo la vittoria in Coppa Italia a spese di Latina, si impone in rimonta su una ben organizzata Biosì Indexa Sora nella prima giornata di SuperLega. I monzesi, privi di Botto (per lui una contrattura alla schiena rimediata nel prepartita), hanno trovato in Jernej Terpin e Donovan Dzavoronok le due pedine su cui basare il loro successo.

 

Turni al servizio

Al primo va riconosciuto il merito di aver saputo rimpiazzare l’assenza del capitano monzese con 7 punti e turni al servizio di notevole impatto, al secondo quello di aver guidato con le sue giocate (16 punti) ed i suoi 3 ace, il Gi Group Team Monza al sorriso finale. Una sfida partita in sordina per entrambi i sestetti: la Biosì Indexa, però, appare davvero velenosa al servizio. Nel primo gioco, infatti, la squadra di Barbiero approfitta dei turni al servizio di Seganov e Petkovic per destabilizzare la ricezione monzese e fare proprio il set.

 

Monza carbura

Nel secondo gioco arriva la reazione dei padroni di casa: il Gi Group inizia a carburare con il servizio, fondamentale che alla fine della gara varrà un bottino di sei punti (oltre ai tre ace di Dzavoronok anche uno di Finger e due di Shoji), impatta bene a muro con Buti e Beretta (6 e 10 punti) e difende con generosità (anche oggi super Rizzo in difesa). Sora non riesce a replicare con la stessa efficacia del prologo della sfida, Monza ne approfitta e chiude anche secondo e terzo set. Nel quarto gli ospiti sono avanti fino alla metà, poi un bel break firmato Dzavoronok (Mvp della gara), consente ai monzesi di volare sul 22-17. Il rosso al capitano dei volsci Rosso chiude virtualmente gioco e gara per il Gi Group Monza.


Post partita
“Stasera abbiamo espresso davvero una prova di carattere commenta a fine gara coach Miguel Àngel Falasca -. La squadra ha saputo reagire da gruppo ad un primo set in cui abbiamo faticato in ricezione. L’inserimento di Terpin e Brunetti ha certamente dato una svolta per noi alla partita, garantendoci una più precisa ricezione soprattutto in risposta al loro ottimo servizio. Siamo stati bravi a mantenere lucidità e questo ci ha permesso di fare nostra la prima sfida di questo ostico campionato e la seconda vittoria della stagione. L’assenza di Botto? Dispiace non averlo potuto schierare a pochi minuti dall’inizio della gara ma in queste settimane ci siamo allenati per sopperire ad ogni tipo di mancanza ed oggi l’abbiamo dimostrato, con i ragazzi che sulla carta dovrebbero giocare meno e sono stati protagonisti. Ora pensiamo a continuare così che mercoledì ci aspetta un’altra sfida difficile”.

 

Gi Group Team Monza – Biosì Indexa Sora 3-1

(17-25, 25-17, 25-16, 25-21)

Gi Group Team Monza: Shoji 6, Dzavornok 16, Buti 6, Finger 21, Langlois 2, Beretta 10; Rizzo (L). Brunetti (L), Walsh, Terpin 7, Hirsch. N.E. Arasomwan, Botto. All. Falasca.

Biosì Indexa Sora: Mattei 6, Seganov 4, Nielsen 10, Caneschi 5, Petkovic 23, Rosso 12; Santucci (L). Penning 1, Fey 2, Mauti. N.E. Marrazzo, Lucarelli, Duncan. All. Barbiero.

 

 

 

Servizio a cura di Romano Lombardi

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù