SERIE A2. Verso Brescia-Soverato, coach Leo Barbieri: “Avversario molto forte”

Savallese Millenium Brescia contro Volley Soverato. Non è solo una semplice (?) gara da calendario della, seconda giornata del campionato di A2, 2017-18 ma sarà ricca di emozioni e sfaccettature storiche

Di Francesco Jacini | Venerdì, 13 Ottobre 2017 14:16

In copertina coach Leo Barbieri (foto © Vicedomini)

 

 

Sarà la prima gara interna della Savallese al PalaGeorge di Montichiari, ricca di attesa e pathos per chi ha i colori Millenium stampati nel petto. Le ‘leonesse indomabili per natura’, come recita lo slogan della campagna abbonamenti, sono pronte a conquistare la prima vittoria stagionale, provando a sfatare il tabù Soverato. La formazione calabrese, da quest’anno allenata da coach Leo Barbieri, infatti, ha sempre superato negli scontri diretti le bianconere (0-4, ndr). Entrambi i team sono reduci da un tiebreak tirato.

 

Derby lodigiano

Coach Leo Barbieri. Il tecnico lodigiano, classe 1967, è un nome conosciuto al PalaGeorge di Montichiari. Per la prima volta nella sua lunga carriera l’allenatore, originario di Castiglione d’Adda, dopo i tronfi al Promoball (febbraio 2013-maggio 2017), arriva nello storico impianto monteclarense da avversario. “Non sarà una gara semplice - spiega -. Le straniere (McMahon e Gray) sono arrivate da poco e dobbiamo ancora oliare certi meccanismi. Sicuramente dobbiamo giocare come gli ultimi tre set contro Collegno, Brescia è una squadra molto forte”.

 

Ricordi al PalaGeorge

La Savallese Millenium, allenata da un altro lodigiano doc , Enrico Mazzola, sarà un’avversaria tosta. “So che hanno svolto un buon precampionato - prosegue - anche con squadre di A1. Sono più rodate ed hanno avuto subito tutte le effettive per cui non dobbiamo sottovalutarle”. Torneo lungo ma coach Barbieri ha le idee chiare su quello che potrebbe essere. “Sin dai primi risultati - commenta - sarà un torneo divertente ed avvincente”. Derby lodigiano giocato al PalaGeorge. “L’atmosfera di quel palazzetto è unica. Ho vinto molto ed ho bellissimi ricordi - conclude -. Sono contento di poter tornare a salutare tanti amici”. Una storia scritta ed un’altra da scrivere in un impianto dove il volley trasuda in ogni angolo.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù