SERIE B1. Capitan Erika Pionelli carica il Volley Ospitaletto: “Non dovremo mai mollare”

E’ stata una settimana di grande intensità per il Vinilgomma Volley Ospitaletto. La formazione bresciana, pronta al suo secondo campionato di B1, ha ultimato il precampionato in terra cremonese tra Ostiano ed Offanengo, trofeo Taverna

Di Francesco Jacini | Mercoledì, 11 Ottobre 2017 12:42

In copertina Erika Pionelli

 

 

Le arancioblu hanno colto un secondo posto (Ostiano) ed un successo al Taverna al PalaCoim di Offanengo, perdendo e poi vincendo contro l’Abo. Tutte le due finali si sono concluse 3-2. A pochi giorni dal debutto di domenica 15 ottobre (ore 17.30) contro le giovai leve del Bassano, neopromossa formazione trevigiana, la schiacciatrice e capitano Erika Pionelli, in esclusiva per Baloo Volley, stila un bilancio del precampionato.

 

Gestione dell’errore

“Secondo me - spiega l’Mvp dell’ultimo Taverna - gli ultimi tornei sono stati buoni test per vedere a che livello siamo in vista del debutto. C’è da lavorare tanto: dobbiamo potenziare i meccanismi di gioco ma non siamo andate male. Tra tante cose sarà necessario migliore la gestione dell’errore quando subiamo troppi punti o sbagliamo andiamo nel panico. Questo è un punto su cui dobbiamo imparare molto”.

 

Rientro sui taraflex

Bresciana doc, classe 1991 (ha compiuto ventisei anni lo scorso 19 marzo, stesso giorno di un certo Die Hard Bruce Willis), Erika è rientrata al volley giocato dopo la nascita della piccola Anita. “Sono rientrata ad Ospitaletto lo scorso marzo - racconta -. Non è stato facile a livello mentale, soprattutto, perché la testa voleva fare delle cose ed il fisico non sempre rispondeva. Grazie al lavoro del preparatore Maurizio Negro sono riuscita, passo dopo passo, a rientrare e farmi trovare pronta per questa stagione”.

 

Ogni storia a se

Ritorno in campo ed in B1, categoria assaggiata nel 2013-14 con la maglia della Millenium Brescia, Erika che in carriera vanta tre promozioni (due con il team bianconero nel 2011 e 2013 ed Ospitaletto nel 2016) è pronta. “Ogni stagione fa storia a se. Sarà un campionato tosto dove non si dovrà mai mollare un secondo, ogni distrazione a livello mentale o fisico può costare cara. Noi dobbiamo stare sempre sul pezzo, e nonostante non conosca tutti i roster, dovremo stare sempre sul pezzo - conclude - e non pensare che ogni gara fa storia a se. Alla fine deciderà il campo”.

 

Pelle cara

Il campo gommato aspetta capitan Erika Pionelli e compagne nel debutto di un campionato che, secondo gli addetti ai lavori, si prospetta imprevedibile e combattuto. Ospitaletto, come da tradizione, venderà cara la pelle, una squadra Die Hard e sogna un ruolo da protagonista nel girone B.

 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

 

Tiramisù