SERIE A1. Casalmaggiore, sfumata De Kruijff la Pomì controvira su Marina Zambelli

In marina militare i comandanti dei sommergibili della flotta dell’Unione Sovietica erano soliti ad usare la tattica Ivan Il Matto

Di Redazione | Sabato, 15 Luglio 2017 09:33

 In copertina Marina Zambelli (foto © Rubin X LVF)

 

 

Reso celebre dal film Caccia ad Ottobre Rosso del 1989 con Sean Connery (tratto dal romanzo di Tom Clancy), Ivan il matto è una manovra diversiva adottata dai sovietici: dato che in tutti i sottomarini i rilevamenti sonar su un piccolo settore angolare a poppavia, una sorta di zona d'ombra, sono molto limitati ed imprecisi a causa del rumore prodotto dalle eliche del mezzo stesso, la manovra viene eseguita virando di colpo su un lato in modo da rilevare immediatamente unità che eventualmente seguivano il mezzo in questione.

 

Posti 3

Passando al volley, la Pomì Casalmaggiore nei giorni scorsi ha controvirato gli obiettivi per quanto riguarda il terzo centrale. Sembrava fatta o quasi con l’accordo con la fortissima Robin De Krujiff che avrebbe completato il reparto dei posti 3 con Jovana Stevanovic e Martina Guiggi, lasciando le piste Simona Gioli, Valentina Pisani e, soprattutto, Marina Zambelli.

 

Controvirata

Qualcosa è cambiato. L’olandese resterà all’Imoco, mentre Gioli ha firmato per Gorla Minore in B1 e Pisani ha salutato Busto Arsizio e resterà ferma per guarire da fastidiosi problemi alla schiena. Ma da quanto trapela Casalmaggiore non abbia contattato ne mamma fast ne l’ex capitano bustocco. Sfogliando la margherita l’ultimo petalo resta quello della giocatrice, nativa di Alzano Lombardo, oramai prossima a vestire la maglia rosa Pomì. Anzi i bene informati danno chiusa la trattativa mancherebbe solo l’ufficialità da parte della Baslenga.

 

 

Servizio a cura di Pierluigi Rudiani

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù