SERIE A2. Millenium Brescia, il cuor di leonesse sfiora l’impresa contro la capolista Filottrano

Brescia e Filottrano danno vita a un match spettacolare senza esclusione di colpi, fatto di fiammate e break alternati a fasi punto a punto giocate con tenacia e tanta tensione agonistica

Di Redazione | Lunedì, 27 Febbraio 2017 06:20

Milleium Brescia

 

Millenium si esprime al meglio con Prandi a pescare le compagne mandandone ben cinque in doppia cifra con Baldi top scorer bresciana a 21 punti. Dall’altra parte incontenibile la ceca autrice di 27 punti, di cui due terzi nei primi due set, che spostano l’ago della bilancia di un match che per poco Millenium non riapre clamorosamente, sforando il tiebreak.

 

Vanzurova c’è

Le padrone di casa ritrovano Vanzurova, che si sistema in opposto, mentre in banda si schierano Negrini insieme a Scuka, al palleggio c’è Bosio, al centro Mazzaro e Cogliandro, Feliziani libero. Millenium conferma il sestetto classico composto da Prandi al palleggio opposta a Baldi, Viganò e Saccomani in banda, Martinelli e Lapi al centro, e infine Portalupi libero. Inizio di gara che vede le due formazioni sostanzialmente darsi botta e risposta: Millenium riesce a rispondere alle bordate delle padrone di casa e addirittura si avvantaggia 13-15. Con un paio di colpi di livello Vanzurova ritrova la parità e addirittura il vantaggio con un break di quattro punti. Mazzola corre ai ripari con un tempo (17-15). Dall’ara rileva Lapi al servizio. Millenium ritrova momentaneamente il pari a quota 17 ma l’opposta della Repubblica Ceca al servizio è letale e in attacco scava letteralmente il solco (70% di efficacia nel parziale). E’ Martinelli a interrompere il digiuno delle bianco-nere (22-18) ma pare troppo tardi. Dentro Mazzoleni per alzare il muro, ma Filottrano si impone 25-20. Però Brescia c’è.

 

Sprint Lardini

Secondo set che vede Millenium partire convinta, tanto da volare 4-7. Sono ancora l’opposto ceco e il centrale Mazzaro a tenere in gioco le marchigiane. Saccomani e Baldi regalano un doppio vantaggio alle lombarde (7-9). La Lardini mette il turbo, e quando lo fa è un treno in corsa difficile da fermare, specialmente se le bresciane si perdono in alcune disattenzioni. Il gioco bresciano però non lascia tranquilla la capolusta, tallonata costantemente. Saccomani pesca il 18 pari e coach Bellano chiama il tempo discrezionale, idem sul vantaggio bresciano del 18-20 siglato dal capitano. Dentro Zampedri su Saccomani per battuta e difesa. Cogliandro mette in crisi il muro bresciano ma Millenium stringe i denti: 22 pari e ancora 23 pari. Sul finale la Lardini è più lucida e chiude 25-23.

 

Gara riaperta

Altra partenza in equilibrio nel terzo frangente (4-4). Millenium riesce ad osare ed avvantaggiarsi 5-7, ma un errore al servizio e uno in attacco regalano il pareggio alla Lardini che spinge sino al 9-7, momento in cui Mazzola ferma il gioco con un time-out. Le Leonesse rinfrancante trovano il pari. Baldi si guadagna il punto in pipe e Viganò passa da posto 4 firmando il 14-16. Le lombarde sull’onda dell’entusiasmo volano 15-19, Dall’ara entra al servizio e propizia il 15-20 che costringe le locali al tempo. Fra le filottranesi dentro Capelli e Tosi, per Millenium dentro Zampedri in seconda linea. Millenium non sbaglia nulla e gioca un gran finale di set, chiuso 18-25.

 

Tensione

Brescia riparte alla grande nel quarto set con un perentorio 0-3. La Lardini trova una risposta ma Millenium si rilancia ancora 5-9 e costringe Bellano al tempo, che ha l’effetto sperato per le locali dato che pareggiano quota 9 punti. Per Brescia ancora una fiammata (9-12) ed entra Rita per le marchigiane. La Lardini non molla di un centimetro ma Lapi si fa sentire 12-15, poi ancora una volta la folata offensiva delle locali da fastidio, ma Baldi lascia andare bene il braccio 15-18. Cogliandro è una spina nel fianco, Mazzola ci prova con Dall’ara al servizio ma Filottrano non retrocede 18-19. Portalupi tra recuperi impossibili e solidità in ricezione, favorisce il 19-20 ma la squadra di casa  trova il vantaggio 21-20. Dentro Dall’acqua per Martinelli e si respira grande tensione sul 23-21. Brescia alza il muro e si riporta 23 pari, Martinelli in fast annulla un match-ball, ma poi le ospiti sprecano un set-ball e la Lardini trova la forza di chiudere 27-25.

 

A cuor sereno

Soddisfazione in casa Millenium per il colpaccio sfiorato. “Siamo stati vicini all’impresa - commenta il Dg Emanuele Catania - contro la capolista, squadra che ha vinto tutte le gare ufficiali tra campionato e coppa. Abbiamo giocato a cuor sereno e per noi è stato un vantaggio. Sicuramente sarà una spinta maggior per la rush finale di campionato”. Brescia, nel prossimo fine settimana, osserverà un turno di riposo e ritornerà in campo contro Palmi, domenica 12 marzo alle 17.

 

 

Lardini Filottrano – Millenium Brescia 3-1

Parziali: 25-20, 25-23, 18-25, 27-25

 

Lardini Filottrano: Tosi 2, Bosio 2, Galazzo, Feliziani (L), Negrini 9, Vanzurova 27, Rita, Mazzaro 7, Cogliandro 13, Cappelli, Scuka 13. Non entrate Marangon, Paolucci Erika. Allenatore: Bellano.

Millenium Brescia: Dall’acqua, Baldi 21, Viganò 13, Portalupi (L), Saccomani 12, Prandi 3, Martinelli 13, Zampedri, Mazzoleni, Dall’ara, Lapi 11. Non entrate Garavaglia, Biava. Allenatore: Mazzola.

 

Classifica
Lardini Filottrano 55, myCicero Pesaro 48, Sab Grima Legnano 42, Delta Informatica Trentino 36, Lilliput Settimo Torinese 34, Volley Soverato 32, Fenera Chieri 29, Millenium Brescia 28, Battistelli S.G. Marignano 28, Golem Software Palmi 26, Entu Olbia 22, Volalto Caserta 15, Lpm Bam Mondovì 14, Omia Cisterna 10.

 

 

Servizio a cura di Romano Lombardi

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

 

Tiramisù