SERIE A1. Modena espugna il ParaRadi, Casalmaggiore sconfitta in quattro set

Tre sconfitte nelle ultime quattro gare. E’ un momento difficile per la Pomì Casalmaggiore, battuta tra le mura amiche dalla Liu Jo Modena

Di Francesco Jacini | Domenica, 26 Febbraio 2017 10:22

In copertina Francesca Marcon (Modena) e Carli Lloyd (Casalmaggiore)

 

 

Il successo di Conegliano su Montichiari allunga il gap tra le pantere nere e quelle rosa a dieci punti ed ora il team di Caprara deve difendere il secondo posto dall’attacco dell’Igor Novara (impegnato oggi contro Monza, ndr). Padrone di casa in campo con il tradizionale (Lloyd-Fabris, Tirozzi-Bosetti, Gibbemeyer-Stevanovic, Sirressi), Gaspari risponde con Ferretti-Brakocevic-Canzian, Marcon-Ozsoy, Belien e Garzaro per Heyrman e Leonardi.

 

Casalmaggiore a forza

Casalmaggiore innesta subito la marcia. Due muri consecutivi di Tirozzi e Stevanovic sulla temuta Brakocevic-Canzian danno il primo margine di vantaggio delle rosa. Coach Gaspari chiama il tempo, Modena si ricompatta e resta in scia (11-9 con Marcon) ma è solo un fuoco di paglia. Sotto i colpi dell’ex Fabris, la Pomì allunga in maniera decisa con Stevanovic (15-10) e l’opposta croata (20-11), cui si aggiunge il forte contributo del servizio e del muro. La Liu Jo da respiro a Ferretti con Caracuta, arriva un mini break (20-14) che riaccende le speranze modenesi. Tirozzi dai nove metri e Stevanovic chiudono sul 25.15.

 

Modena pareggia

Nel secondo parziale Modena sorprende la Pomì. L’inizio delle ospiti è devastante, 5-11 griffato da una incontenibile Brakocevic. Casalmaggiore, scambio dopo scambio, si avvicina (9-13, Gibbemeyer) ma nel momento migliore la Liu Jo con Ozsoy allunga (9-16). Caprara cambia Tirozzi con Bacchi e Zuleta con Gibbemeyer, la Pomì resta in scia e resta ad avvicinarsi sino al 16-20. Rientra Gibbemeyer mentre Gaspari cambia Marcon con Caterina Bosetti: Modena pigia sul pedale dell’acceleratore e pareggia i conti con Garzaro (18-25).

 

Set infinito

Emozioni a non finire nel terzo parziale. Modena prende qualche punto di vantaggio, Casalmaggiore resta in scia ma deve fare a meno di Fabris, sostituita da Turlea. L’eterna Carmen guida le rosa al sorpasso (14-13), il time out di Gaspari rimette in corsa la Liu Jo che con Ozsoy infila il filotto di quattro a zero (14-17). La Pomì pareggia con Stevanovic ed allunga con Lucia Bosetti (22-20). Un nuovo time out modenese e prosegue la sfida a rete tra le sorelle Bosetti (23-22, Lucia). Bianchini, entrata a Brakocevic-Canzian, griffa il set point. Gli scambia tengono con il fiato sospeso i 3026 del PalaRadi: Casalmaggiore spreca tre palle set, Modena due ma Ozsoy trova l’angolo millimetrico per chiudere un’emozionante 29-31.

 

Black out finale

L’inerzia del quarto parziale è favorevole alle ospiti. Garzaro e Bianchini fanno male, Casalmaggiore con il cuore e grinta, come una formica accorcia il gap sino al 17-16 quando Gibbemeyer mura Caterina Bosetti. Il set cambia direzione: il capitano griffa il 21-18. Nell’attimo in cui il PalaRadi credeva nel quinto set, Casalmaggiore cade in un black out: Modena infila il break di sette ad uno e chiude l’incontro con Bianchini. Periodo non facile per la Pomì. L’occasione migliore per riprendere il filo conduttore sarà il recupero contro il Bisonte Firenze., giovedì 2 marzo. Nei prossimi giorni si saprà qualcosa in più sull’entità dell’infortunio di Fabris.

 

Post partita

Giovanni Caprara, head coach Pomì Casalmaggiore: "Samanta si porta dietro questa infiammazione da un po', domani farà qualche esame così capiremo l'entità del dolore. Sulla partita, beh nel primo set l'abbiamo spuntata ma entrambe le formazioni non hanno giocato bene, abbiamo infarcito di errori il secondo set, poi il terzo e il quarto set siamo sempre arrivati avanti al 22 gestendo male il finale."

 

Marco Gaspari, head coach Liu Jo Modena. “Molto male nel primo set, ma merito di Casalmaggiore. Noi abbiamo commesso troppi errori, 17 per la precisione, ed è impensabile con una squadra come la Pomì. Loro sono state aggressive nel muro e difesa, poi noi ci siamo ripresi nella fase d’attacco. Mi dispiace che due formazioni di questo valore che debbano affrontare il momento clou della stagione senza giocatrici importanti”.

 

Casalmaggiore-Modena 1-3

Parziali: 25-15, 18-25, 29-31, 22-25

 

Casalmaggiore: Bacchi 1, Zuleta, Lloyd 7, Peric, Sirressi (L), Turlea 9, Gibbemeyer 11, Bosetti 8, Gibertini (L), Guerra, Fabris 6, Stevanovic 14, Tirozzi 10. All.: Caprara.

Servizi vincenti: 4. Servizi errati: 12. Muri: 13. Attacco: 34%

 

Modena: Caracuta, Brakocevic-Canzian 10, Belien 12, Valeriano, Heyrman, Marcon 1, Leonardi (L), C. Bosetti 9, Ferretti 1, Ozsoy 12, Bianchini 12, Garzaro 11. All.: Gaspari.

Servizi vincenti: 2. Servizi errati: 8. Muri: 7. Attacco: 38%.

 

 

Servizio a cura di Pierluigi Rudiani

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù