SERIE A1. Modena, il dg Giorgio Varacca: “C’è un po’ di stanchezza, ma il momento è buono”

Non c’è tregua per la Liu Jo Nordmeccanica Modena. Archiviata per qualche giorno la Champions League è tempo di tuffarsi di nuovo nel campionato, con la trasferta sul campo della Pomì Casalmaggiore

Di Redazione | Sabato, 25 Febbraio 2017 08:08

Giorgio Varacca, direttore generale Liu Jo Nordmeccanica Modena

 

 

A fare il punto della situazione in vista delle prossime gare è stato oggi il direttore generale bianconero Giorgio Varacca: “Non abbiamo un attimo di respiro perché ogni 2-3 giorni abbiamo un trasferimento o una partita da disputare, però in questo momento la squadra si sta impegnando tanto e mi rendo conto che è un momento particolarmente difficile per gli impegni importanti che si susseguono e ci attendono in tutte le manifestazioni a cui prendiamo parte: campionato, Coppa Italia e Champons League. Purtroppo non è così semplice riuscire a giocare sempre al massimo contro avversari di alto livello che si succedono di continuo in questo periodo, qualche scelta anche a livello mentale va fatta e non dobbiamo dimenticare che già martedì avremo una partita di Champions League in casa con il Police in cui potremmo riuscire a conquistare in caso di vittoria una parte importante della nostra fetta di questa stagione”.

 

Buon momento di forma

La gara di Cremona sarà il preludio ad una settimana fondamentale per questo momento della stagione come ricorda anche lo stesso Varacca: “Direi che martedì in Champions ed il fine settimana a Firenze saranno i momenti in cui la prima metà di stagione si deciderà. Noi stiamo vivendo un buon momento di forma, anche se siamo un po’ stanchi. Non dobbiamo negare che un’attività così intensa costringe le giocatrici ad un tour de force al di sopra del normale sistema di allenamento, però visto che abbiamo grandi squadre che ci aspettano mi auguro che non dovremo smentirci e dovremo continuare come fatto fino ad oggi a mettere in campo delle buone prestazioni”.

 

 

Servizio a cura di Romano Lombardi

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

 

Tiramisù