SUPERLEGA. Monza, PalaDeAndrè tabù. Gi Group bloccato dal Bunge Ravenna

I brianzoli non riescono a replicare le belle prove dell’ultimo periodo e lasciano ai romagnoli la posta piena

Di Redazione | Lunedì, 06 Febbraio 2017 07:00

 Thomas Beretta in attacco

 

 

Trasferta senza punti quella del Gi Group Team Monza in terra romagnola. Dopo più di un’ora e mezzo di gara i brianzoli devono arrendersi alla buona pallavolo espressa dai padroni di casa della Bunge, capaci di chiudere con sicurezza terzo e quarto set e vendicare di fatto le sconfitte patite dai brianzoli in questa stagione sia in campionato che in Coppa Italia.

 

Continuità al servizio

A far la differenza per i padroni di casa non è solo l’ottima prestazione del solito Torres (22 punti) e del brillante Van Garderen (MVP della gara con 19 punti, 2 ace e 6 muri), ma soprattutto la continuità al servizio, fondamentale con cui il sestetto di Soli è riuscito a mettere in difficoltà per gran parte del match la compagine monzese. Il sestetto di Falasca si consola con la buona prova dei suoi bombardieri Vissotto (13 punti, 1 ace e 1 muro) e Fromm (12 punti, 1 ace e 2 muri), della sua coppia centrale Verhees (11 punti e 3 muri) e Beretta (3 muri per lui) e dei sei ace fatti registrare alla fine della gara. A livello di classifica Botto e compagni mantengono comunque il vantaggio sull’ottava Vibo e non perdono contatto con la settima Piacenza (vittoriosa a Latina solo dopo il quinto set), consci che mercoledì dovranno vedersela contro i campioni d’Italia in carica dell’Azimut Modena, secondo scontro di vitale importanza di questo febbraio ricco di appuntamenti cruciali per la corsa ai play-off scudetto.

 

Post partita
Delusione in casa Monza.“Abbiamo pagato - spiega Iacopo Botto, capitano Gi Group - a caro prezzo una poco positiva prestazione in ricezione, dove siamo stati messi in difficoltà dalla battuta di Ravenna. Non abbiamo disputato una buona gara, perdendo in sicurezza nel corso del match, in particolare nel terzo e nel quarto set, dove non siamo riusciti a proseguire sulla strada tracciata nella seconda frazione. Adesso dobbiamo rituffarci a testa bassa al lavoro in palestra, con l’obiettivo di rialzarci mercoledì nella gara interna con Modena”. Di umore opposta Fabio Soli, allenatore Bunge Ravenna: “Abbiamo disputato una signora partita, giocando con grande attenzione e cattiveria agonistica, limitando al massimo gli errori e reagendo quando Monza ci metteva in difficoltà. Se contro questa squadra non giochi in questo modo, non vinci, ed è andato tutto bene in ogni fondamentale. Faccio i complimenti a tutti i ragazzi per questa prova, che è il frutto del lavoro svolto in palestra nelle ultime due settimane, e soprattutto a Van Garderen, oggi presente anche al servizio e soprattutto a muro”.

 

Bunge Ravenna - Gi Group Team Monza 3-1 (25-20, 20-25, 25-18, 25-16)

 

Bunge Ravenna: Van Garderen 19, Bossi 5, Torres 22, Grozdanov 4, Ricci 9, Spirito 7; Goi (L). Lyneel 8. N.E. Calarco, Kaminski, Leoni, Raffaelli, Marchini. All. Soli.

 

Gi Group Team Monza: Beretta 5, Vissotto 13, Fromm 12, Verhees 11, Jovovic, Botto 3; Rizzo (L). Dzavoronok 1, Daldello 1, Terpin 3, Hirsch 8. N.E. Brunetti, Galliani. All. Falasca

 

Classifica

Cucine Lube Civitanova 56, Diatec Trentino 50, Sir Safety Conad Perugia 47, Azimut Modena 45, Calzedonia Verona 43, LPR Piacenza 34, Gi Group Monza 31, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 26, Bunge Ravenna 23, Exprivia Molfetta 22, Top Volley Latina 20, Biosì Indexa Sora 16, Kioene Padova 15, Revivre Milano 13.

 

 

Servizio a cura di Pierluigi Rudiani

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù