SERIE A2. Millenium Brescia, il gm Emanuele Catania: “A Chieri prova di carattere”

Brescia dolce come un gianduia ma amaro per il Fenera Chieri. Le all blacks di Enrico Mazzola sfoderano una gara da incorniciare confermandosi ‘besta nera’ di Natalia Serena e compagne

Di Francesco Jacini | Mercoledì, 18 Gennaio 2017 10:16

 Applausi per Brescia da parte dei Millenium Boys

 

 

Il Millenium pesca dal cilindro del cappellaio matto i tre punti che, guardando la classifica, non ti aspetti, viste le premesse, Chieri imbattibile in casa e leonesse claudicanti in trasferta, ed aggancia il nono posto con San Giovanni in Marignano in vista della prossima gara di campionato che metterà di fronte le bresciane alle stesse romagnole. Tra girone d’andata e di ritorno Brescia lascia solo le briciole alle più quotate avversarie, ovvero un set e zero punti; il bottino pieno lo portano a casa Viganò e compagne.

 

Delusione in terra sabauda per un occasione sprecata. “Brescia si è confermata la nostra bestia nera - spiega a fine gara coach Ettore Guidetti - una squadra contro cui facciamo fatica a giocare. Al di là del fatto che sicuramente la nostra non è stata la miglior prestazione di quest’anno, bisogna anche rendere merito a loro che hanno offerto una bella prova”. Umore opposto all’ombra del Cidneo. “Le ragazze hanno giocato una grande partita – commenta soddisfatto il general manager bresciano Emanuele Catania – hanno dimostrato di saper soffrire senza scoraggiarsi, adottare contromisure, gestire il vantaggio e saper reggere la tensione agonistica delle fasi punto a punto. Chieri ha giocato un primo set perfetto e noi eravamo contratte, poi la situazione si è ribaltata”. Millenium da applausi in prospettiva futura.

 

Sei dobloni d’oro

Inizio d’anno assolutamente positivo per la nave pirata di Enrico IV Il Navigatore Mazzola che corsara in Piemonte, ottiene dobloni d’oro e compie un bel balzo nei sette mari della classifica di A2 molto corta nelle zone centrali. Osservando attentamente i risultati della quattordicesima giornata si evidenzia l’aggancio delle bresciane al nono posto insieme alla Battistelli San Giovanni Marignano, prossima avversaria di campionato.

 

Risultati favorevoli

A buone notizie si aggiungono altre buone. Dagli alti campi le dirette inseguitrici hanno perso tutte terreno: Mondovì, nonostante l’arrivo di Maria Nomikou, non va oltre un set guadagnato a Trento, Cisterna cede in casa con Pesaro mentre Olbia e Caserta si concedono un tiebreak dove la spuntano le sarde. Tradotto in termini numerici: Brescia allunga a sul duo di coda Cisterna-Mondovì. Guardando in maniera ottimistica in avanti, ma sempre con i piedi ben piantati a terra, si nota come la zona play-off disti solo un punto.

 

Nota di merito

E intanto, alla luce delle ultime partite, sono da evidenziare le prestazioni di Melissa Martinelli in continua crescita in continuità di punti e muri, Natalia Viganò che gioca da leader, quando la classe non è acqua, Gloria Baldi che cresce in esperienza a suon di palle messe a terra (sono in totale 205, ndr) ed Elena Portalupi d’alto profilo in seconda linea. Una nota di merito per Martinelli è d’obbligo, rinata anuova vita sportiva dopo il lungo stop che l’ha costretta lontana dai campi di gioco, centrali del campionato a suon di fast e muri, (144 punti, quarto posto nello speciale ranking di ruolo, 27 muri di cui 9 muri-punto nelle ultime due gare).

 

In casa Millenium non si fanno illusioni. Tutta la squadra lavora sodo in vista della prossima gara di campionato contro San Giovanni Marignano di bomber Giulia Saguatti e c’è da riscattare il 2-3 dell’andata. Appuntamento domenica 22 gennaio al PalaMillenium di Bagnolo Mella alle 17.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù