COPPA CEV. Busto Arsizio, l’Unet Yamamay piega il Maritza Plovdiv. Ottavi più vicini

Successo per le farfalle nella gara d’andata dei sedicesimo di CoppaCup contro il Maritza Plovdiv. Il 3-1 non chiude completamente il discorso qualificazione, ma sicuramente rappresenta un buon vantaggio in vista della gara di ritorno, in programma mercoledì 25 gennaio in Bulgaria

Di Redazione | Venerdì, 13 Gennaio 2017 08:30

Valentina Diouf in attacco (foto © Gabriele Alemani)

 

 

Ottima la prestazione di Valentina Diouf, autrice di 26 punti (49% con 3 muri), Federica Stufi (11, 50% con 3 muri), e Noemi Signorile, brava in regia ma anche ispirata a muro (6 i vincenti della palleggiatrice biancorossa sui ben 19 di squadra). La squadra biancorossa, che ha giocato dal primo minuto con Berti al centro e Spirito nel ruolo di libero, fatta eccezione per un opaco secondo set, non ha dovuto faticare molto per avere la meglio sul team allenato da Petkov. Vinto agilmente il primo parziale (25-13) grazie ad un buon servizio che ha propiziato 6 muri e agli spunti di Diouf (6 punti nel parziale) e Stufi (4), le farfalle hanno poi abbassato il ritmo, favorendo il rientro delle ospiti. Il Plovdiv ha osato di più in battuta e, con Dimitrova e Teneva su tutte, ha rimesso in parità il punteggio, aggiudicandosi il game per 25-23. Nel terzo set la UYBA è tornata sui suoi ritmi (Diouf 9 punti e 58% offensivo, con 2 muri), dominando la scena ben orchestrata in regia da Signorile. Tutto liscio anche nel quarto parziale per le biancorosse, capaci di chiudere velocemente 25-16 (ok Berti con 5 punti, Diouf 6, Stufi 4).

 

Post partita

Buona l’andata. "Siamo state brave a tenerle sempre sotto in maniera decisa - commenta Federica Stufi -. Nonostante un secondo set non brillante da parte nostra. In quel momento, grazie alle loro difese, si sono entusiasmate, ma poi siamo tornate sui nostri livelli di gioco, sistemando anche qualcosa a muro, fondamentale che non era andato bene nelle ultime uscite". Busto si lascia alle spalle l’emilinazione dalla Coppa Italia ad opera di Novara. "Riscatto dove essere e riscatto è stato - Marco Mencarelli -. Credo sia stata una buona prestazione, con tre set vinti nettamente. Nel secondo parziale abbiamo fatto qualche errore in più, tecnico e tattico, rispetto ai nostri standard e loro ne hanno approfittato". Alle biancorosse, care al presidente Giuseppe Pirola, per conquistare gli Ottavi di finale basterà vincere due set in Bulgaria.

 

Unet Yamamay Busto Arsizio - Maritza Plovdiv 3-1

Parziali: 25-13, 23-25, 25-15, 25-16

 

Unet Yamamay Busto Arsizio: Sartori ne, Stufi 11, Signorile 9, Cialfi ne, Spirito (L), Fiorin 11, Witkowska ne, Martinez 12, Diouf 26, Moneta, Berti 10, Negretti ne, Pisani ne. All. Mencarelli, 2° Musso. Battuta: errori 7, punti 7. Muri 19.

 

Maritza Plovdiv: Dancheva, Bozdeva ne, Atanasova, Kovacheva, Dimitrova N. 13, Dimitrova S. 4, Cesljar 2, Teneva 7, Grigorova 10, Monova (L), Todorova (L), Chausheva 4, Tsvetanova 11. All. Petkov, 2° Kasabov. Battuta: errori 11, punti 1. Muri 9.

 

Sedicesimi andata, risultati

Lp Salo-Hpk Hameenlinna 0-3; Unet Busto Arsizio-Maritza Plovdiv 3-1; Jedinstvo Stara Pazova-Linamar Bekescsbai Rse 1-3; Pomì Casalmaggiore-Maccabi Haifa 3-0; Nova Kbm Branik Maribor-Calcit Lubiana 3-1; Hapoel Kfar Saba-Zok Bimal Jedinstvo Brcko 3-0; Allianz Mtv Stoccarda-Kohaila Vc 3-0; Csm Targoviste-Khimek Yuzhny 2-3; Vfm Franches Montagnes-Galatasaray Istanbul 1-3; Vk Up Olomouc-Dinamo Kazan 0-3; Luka Bar-Budowlani Lodz 0-3;

Ts Volley Duedigen-Beziers 1-3

 

Servizio a cura di Pierluigi Rudiani

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

Tiramisù