COPPA CEV. Pomì non c’è storia: buona la prima, superato il Maccabi

Partita senza storia tra Pomì e Maccabi Haifa: dopo i primi scambi equilibrati, le rosa hanno preso il largo senza difficoltà. Imma Sirressi solida in difesa

Di Redazione | Giovedì, 12 Gennaio 2017 20:16

Carli Lloyd

 

 

La Pomì passa l’esame della prima sfida in CEV Cup a spese di un Maccabi XT Haifa presente ma mai in grado di mettere in difficoltà le rosa di coach Caprara. Si è rivisto il capitano Valentina Tirozzi in campo da titolare, oltre alla prima gara a referto per Lorena Zuleta, centrale colombiana tesserata dalla Pomì nel mercato di gennaio.

 

Chi si rivede! Il capitano!

Torna in campo dal primo scambio il capitano Valentina Tirozzi: il suo primo punto vale il 3-2. Il Maccabi però non si fa intimorire ed anzi, si porta avanti grazie a due errori consecutivi dello stesso capitano rosa che valgono il 3-6. Al primo timeout tecnico, coach Caprara fa il punto della situazione sul 5-8. Al rientro due punti in fila di Lucia Bosetti riportano a -1 Pomì. La stessa banda di Trecate sfrutta una ricezione disattenta per il 10-9. Maccabi inizia a commettere una serie di errori da posto 4 che danno a Casalmaggiore un po’ di respiro: Fabris di giustezza firma il 16-12. Il break s’interrompe sul servizio lungo di Fabris, ma il muro concede un nuovo cambio palla a Casalmaggiore. Jovana Stevanovic firma un ace per il 21-15 ma Kyrychenko e Galperina cercano di non far scappare le rosa. Le neroverdi d’Israele arrivano fino al -2 (22-20), poi due punti di Samanta Fabris offrono quattro set points a Casalmaggiore: Lucia Bosetti chiude il parziale con un ace sul 25-20. 

 

Gibby on fire

Nel secondo set la Pomì cerca di ripartire forte con una bella fast di Gibbemeyer dal centro per il 4-2. Dopo aver chiuso il primo set con 8 punti a referto, Samanta Fabris riprende da dove aveva lasciato: solo un servizio fuori di poco fa rumoreggiare il pubblico, non d’accordo con l’assegnazione del punto alle israeliane. Un’altra bordata di Fabris va lunga e Maccabi impatta sull’8. Gibbemeyer allunga a muro sull’11-8, ma le risponde Tsvekova su Tirozzi per il 12-11. Mini break rosa di 3 punti, poi una schiacciata di Iuliia Tsvekova porta al tempo tecnico sul 16-12. Capitan Tirozzi trova un mani fuori che la manda al servizio sul 18-13; una murata di coppia Stevanovic-Lloyd vale il +5. Il set ormai sembra prendere la strada di Casalmaggiore quando Gibbemeyer in fast firma il 21-14 del timeout Buzaiev. Una stampata della stessa centrale statunitense manda Bosetti al servizio sul 24-17. L’ennesima fast di Gibbemeyer sigilla il 2-0 Pomì sul 25-18.

 

Pomì sul velluto

Casalmaggiore non vuole perdere tempo e parte forte nel terzo periodo. Lucia Bosetti al servizio spinge forte sul 5-0 che porta coach Buzaiev ad interrompere il gioco. Senza difficoltà, Fabris appoggia il punto dell’8-4 e va in battuta dopo il timeout tecnico. Tirozzi con una diagonale stretta e con un ace porta a +6 le rosa. Lo stesso capitano insiste al servizio, Fabris da posto 2 allunga sul 14-5 in un set senza storia. Al rientro, Bosetti non conosce ostacoli, ma una bella murata di Tsvekova interrompe la corsa rosa. Stevanovic risponde a Dovgopoliuk per il 22-11, poi è ancora la centrale serba a stampare la murata del 23-12. Lucia Bosetti da posto 4 firma il 24-12, poi il capitano del Maccabi Gluck va lunga in battuta regalando il 25-13 finale e la prima vittoria in coppa Cev alle rosa di Casalmaggiore. Tra quindici giorni il ritorno ovvero il 26 gennaio per passare agli Ottavi  servirà vincere almeno due set nella terra del candelabro a sei braccia.

 

 

Pomì Casalmaggiore - Maccabi XT Haifa 3-0

 

Parziali: 25-20, 25-18, 25-13

 

Casalmaggiore: Lloyd 2, Bosetti 14, Gibbemeyer 7, Fabris 20, Tirozzi 8, Stevanovic 7, Sirressi (L). NE: Bacchi, Zuleta, Peric, Turlea, Guerra, Susic, Gibertini (L2). All. G. Caprara.

 

Haifa: Kyrychenko 7, Peham, Galperina 4, Dovgopoliuk 8, Tsvekova 4, Gluck 1, Chazan (L). NE: Zinober, Kolnogorov. All. V. Buzaiev.

 

Arbitri: K. Vanaveski, S. Nisancioglu

 

 

Servizio a cura di Davide Moroni

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

Tiramisù