A2 PASSI DA. Verso Brescia-Palmi, Valeria Caracuta: “Sarà una gara imprevedibile”

Il vento è il movimento di una massa d’aria atmosferica da un’area con alta pressione (anticiclonica) a un’area con bassa pressione (ciclonica). Con questo parallelismo meteorologico si può sintetizzare la gara di A2 tra Brescia e Palmi

Di Francesco Jacini | Venerdì, 02 Dicembre 2016 11:03

 In copertina Valeria Caracuta (foto © Golem Palmi)

 

 

Nelle ultime tre giornate le leonesse di coach Enrico Mazzola hanno conquistato due punti (contro Caserta) e perso le ultime due sfide contro Pesaro e Filottrano, rispettivamente le prima e seconda della classe, mentre le calabresi hanno mosso decisamente la graduatoria mettendo in cascina sei punti, grazie alle vittorie contro Cisterna e Chieri. Sarà una gara dalle cime tempestose quella che si giocherà al PalaMillenium: da una parte le padrone di casa dovranno superare un periodo avaro di soddisfazioni dall’altra Palmi sull’onda dell’entusiasmo venderà cara la pelle.

 

Calendario non facile

Da questa stagione la formazione reggina è guidata dalle esperti mani di Valeria Caracuta, giocatrice classe 1987, reduce da una stagione nel campionato francese al Venelles (indoor) mentre la scorsa estate ha vestito di rosa casalasco nel sand volley 4x4. “La vittoria su Chieri - spiega la giocatrice, originaria di San Pietro Vernotico (stessa città dove è nata l’ex Offanengo, Viviana Vincenti, ndr) - ha la classifica. Abbiamo il morale alto”. Calendario non facile per Palmi che nelle prime giornate ha affrontato le quattro formazioni di testa. “Da un lato - prosegue - va bene perché le abbiamo incontrate, dall’altro il nostro campionato potrà avere una svolta importante. La classifica è cortissima e sarà un torneo incerto sino alla fine”.

 

Tripla

Svolta importante in una gara che se fosse inserita nella schedina del totocalcio sarebbe da tripla. “Non sarà facile - puntualizza Valeria - loro vengono da due sconfitte consecutive. Non dobbiamo mollare e giocare su ogni pallone: sarà una gara sicuramente equilibrata”. Due scudetti, due Coppe Italia vinte a Busto Arsizio e Piacenza, una Coppa Cev con le farfalle, la regista brindisina che compirà ventinove anni il prossimo 14 dicembre, ha portato alla Golem Palmi tutto il curriculum vitae acquisito in tante stagione vissute in prima linea in un gruppo giovane. “Affrontare campionati di A1 mi ha aiutato ad acquisire un maggior bagaglio di esperienza sia tecnico sia di mentalità - conclude - che metto a disposizione delle compagne di squadra più giovani”.

 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di foto e testi

 

 

Tiramisù