A2 PASSI DA. Brescia: la carica di capitan Natalia Viganò. La sesta giornata da i numeri

Nonostante ha dovuto assistere dalla panchina la gara contro la capolista Pesaro, Natalia Viganò, primo capitano in A2 del Millenium, ha esultato e sofferto con le compagne in una gara molto combattuta che ha mostrato la pasta delle all blacks

Di Francesco Jacini | Giovedì, 24 Novembre 2016 10:12

 Natalia Viganò

 

 

Brescia è uscita a testa alta dall’incontro che sulla gara appariva improbo contro la myCicero delle stelle Kiosi, Santini ed Olivotto. Una battuta d’arresto che non ridimensiona gli obiettivi primari dell’Avantasia Team, la salvezza, ma che ha permesso di acquisire ulteriore consapevolezza dei propri mezzi tecnici, fisici e psicologici in vista dei prossimo impegni campionato che vedranno le leonesse impegnate in due gare interne contro le marchigiane della Lardini Filottrano, seconda in classifica, e le calabresi della Golem Palmi.

 

Più ciniche ed aggressive

Sei giornate di campionato con un bilancio di tre vittorie e tre sconfitte. “Sono contenta della squadra - spiega Natalia - e di questo inizio di campionato. In trasferta si poteva fare qualcosa di più nel senso che a Rimini e Soverato avremmo potuto portare a casa la vittoria, dobbiamo imparare ad essere più ciniche ed aggressive nei momenti importanti del set e della gara e commettere meno errori. Queste situazioni di gioco possono cambiare le sorti di un incontro. Stiamo lavorando per migliorare e fatto questo sono convinta che Brescia può dire la sua in questo campionato, servirà molta pazienza nell’affrontare le difficoltà ed andare avanti di gara in gara. Dipenderà tutto da noi perché abbiamo le chances di conquistare punti con chiunque”.

 

Pubblico arma in più

Nel prossimo turno, il settimo, arriverà Filottrano a far visita al PalaMillenium, la fu grotta di Polifemo. “E’ una squadra tostissima - prosegue - ed un avversario molto forte. Vedremo di andare in campo per fare il possibile e sfruttare il turno casalingo. Non dobbiamo avere paura ma giocando in casa con il nostro pubblico che ci trascina troviamo i nostri riferimenti, le possibilità di fare bene ci sono”. Diciassette stagioni ad alto livello tra A1 e A2, uno stop di due stagioni per maternità, Natalia Viganò, trentasette anni oggi (24 novembre, giorno in cui la musica commemora il grande Freddie Mercury, ndr). “Ho dato molto alla pallavolo mondo e questo mondo ha dato molto a me. Mi diverto a giocare e voglio trasmettere la mia esperienza alle ragazze più giovani - conclude - sono convinta che potrò dare ancora molto a questo sport”. Passato di assoluto rilievo, presente e futuro a breve che si chiama Millenium, Natalia Viganò suona la carica per la prossima gara, domenica 27 novembre alle 17.

 

Chiara Lapi

 

Regina degli ace

I numeri della sesta giornata sono stati positivi. Con i 17 punti messi a terra contro Pesaro, Gloria Baldi è al diciassettesimo tra le bomber di giornata, arrivando a quota  101 (undicesimo posto). Il martello degli dei è la più giovane esordiente italiana che ha realizzato il maggior numero di punti. Negli ace Baldi resta al comando ma viene raggiunta Fabiola Facchinetti (Legnano) a 12; le due attuali regine della linea nove metri si troveranno l’una contro l’altra a breve, mercoledì 7 dicembre nella sfida del PalaBorsani.

 

750 volte Lapi

La centrale Chiara Lapi con i sei punti realizzati a Pesaro tocca la soglia dei 750 palloni messi a terra in carriera tra A1 e A2. La giocatrice, originaria di Santa Croce sull’Arno, rafforza le sue prestazioni a muro, confermando la decima posizione con 14 blocks e precedendo Melissa Martinelli con 11. Tuttavia Martinelli nella classifica specifica per ruolo risulta essere la terza centrale più prolifica del campionato con 65 punti dietro a Yasmina Akrari (Settimo Torinese) con 82 e Alessia Mazzao (Filottrano) con 73 e davanti a Rossella Olivotto (Pesaro).

 

Primi punti

Brescia mantiene costante il numero degli ace realizzati salendo a 25 e dei muri 54. La trasferta sull’Adriatico ha segnalato le curiosità riguardo a Giulia Biava e Dall’acqua che hanno marcato i primi score in A2. La centrale bresciana insieme a Baldi è l’unica giocatrice ad aver realizzato punti in tre categorie diverse (B2, B1 e A2) con la maglia del Millenium, contribuendo a scrivere un nuovo capitolo di storia pallavolistica locale.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

Tiramisù