SERIE A1. Firenze, Vittoria Repice e Laura Melandri completano il reparto delle centrali

Il reparto delle centrali de Il Bisonte Firenze per la serie A1 2016/17 si completa con l'ingaggio di Vittoria Repice e Laura Melandri. L’ex Casalmaggiore e Piacenza affiancheranno la confermata Raffaella Calloni

Di Redazione | Giovedì, 07 Luglio 2016 07:18

 In copertina Laura Melandri e Vittorio Repice (foto Rubin x LVF)

 

 

Reduce da una positiva stagione alla Delta Informatica Trentino, Vittoria Repice è una giocatrice che, a ottime doti in fast e a muro, aggiunge anche grande personalità ed energia, e seppur debuttante in A1 a trent’anni compiuti lo scorso 1 giugno, potrà apportare a coach Marco Bracci e alla squadra tutto il suo bagaglio di esperienza e la sua grinta.

 

Rotolando verso Sud

Facciamo un passo indietro. Vittoria Repice nasce a Reggio Calabria il 1 giugno 1986, e cresce pallavolisticamente nel vivaio della Medinex, per poi debuttare nelle categorie nazionali con Soverato in B1. Nel 2008 si trasferisce a Taranto in B2, dove è stata compagna di squadra dell’ex Offanengo, Viviana Vincenti, mentre l'anno successivo esordisce in A2 con un altro club pugliese, San Vito dei Normanni. Il viaggio prosegue Sarno nel 2010 (B1), mentre nel 2011 torna in A2 con il Mercato San Severino dove conquista la salvezza in un campionato dominato da Giaveno e Crema. L'estate successiva decide di provare la prima esperienza al nord, trasferendosi alla Pomì Casalmaggiore, in A2, in una stagione in cui sfiora la promozione e affronta anche da avversaria Il Bisonte (San Casciano).

 

Debutto in A1

Nel 2013 torna in Campania, al Gricignano, sempre in A2 e sempre ritrovandosi la sua nuova squadra da avversaria, poi nel 2014 accetta la proposta del Neruda Bolzano, con cui conquista la doppietta promozione in A1-Coppa Italia di A2 al fianco di Lucia Bacchi. L'estate successiva si sposta di pochi chilometri, rigiocando la A2 con la Delta Informatica Trentino con coach Marco Gazzotti, ed ora Firenze, dove farà il suo debutto in serie A1. “Sono carichissima - spiega Vittoria - e sono davvero fiera di giocare per la prima vola in A1. Qualunque cosa verrà in questa stagione sarà sempre positivo: spero di poter dare il mio apporto, sono una combattente e vengo per dare una mano”.

 

Azzurro Italia

Altro innesto di rilievo in casa Bisonte Firenze. Giovane, già nel giro della nazionale italiana e vicecampione d’Italia. In sintesi è questo l’identikit di Laura Melandri. Romagnola, classe 1995, nel 2010 inizia l’avventura a Bergamo e, dopo alcune convocazioni nelle nazionali giovanili, nel 2013 passa in prima squadra. Nel 2015 il trasferimento a Piacenza e l’esordio con l’Italia alle Olimpiadi europee di Baku.

 

Fiducia

“Sono molto contenta - spiega Laura - perché ho trovato una società che ha molta fiducia in me e nelle mie potenzialità e questo non sempre è scontato. Conosco già tre giocatrici, Sorokaite, con cui ho giocato a Piacenza, Calloni, che ho incrociato in nazionale, e Parrocchiale, con cui ho condiviso tutta la trafila delle nazionali giovanili, e so che in palestra danno tutto: anche io sono così, e quindi secondo me potremo crescere molto nel corso della stagione”.

 

 

Servizio a cura di Pierluigi Rudiani

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù