SERIE B2. L’Abo Offanengo fa suo il derby, la Banca Cremasca retrocede in serie C

C’è una parte del volley cremasche che sorride, un’altra che piange. L’Abo Offanengo conquista il quarto derby del Serio, battendo la Banca Cremasca Crema, e consolidano il terzo posto e condannano le cugine alla retrocessione nelle serie regionali

Di Francesco Jacini | Domenica, 17 Aprile 2016 10:12

 L'Abo Offanengo esulta

 

 

PalaCoim gremito in orni ordine di posto per l’incontro che doveva valere il destino di entrambe le potenze della pallavolo cremasca. Crema al completo scende in campo con Mazzini e Bergomi a formare a diagonale, grillo Stringhi e Ginelli in 4, Bonizzoni e Fusar Imperatore al centro, Montesi libero; Offanengo, priva di Caputo, risponde con Sghedoni e Zanello, Bassi e heavy metal Grassi, aliante Vincenti e metronomo Rettani mentre Chiara Perroni presidia la seconda linea.

 

Vincenti in cattedra

Le ospiti partono meglio: Bonizzoni sigla il punto del 9-5 ma gli attacchi di Vincenti, diventata con questa gara la top scorer stagionale neroverde, e le battute ficcanti di Bassi regalano il vantaggio all’Abo (10-9). Rettani, autrice di una prova maiuscola, allunga 16-12 ma le zampate di Ginelli accorciano il gap (17-15). Da segnalare due recuperi del libero Chiara Perroni. Nel momento in cui sembrava che Crema potesse rientrare in gara salgono in cattedra Vincenti e Zanello, e proprio la centrale brindisina a regalare il set point.

 

Non basta il cuore di Crema

Nella seconda frazione di gara Verderio da fiducia a Moscarelli al posto di Mazzini. Primi scambi equilibrati, Zanello griffa il 4-1, Stringhi il 6-4. Ginelli pareggia i conti sul 10-10 ma Offanengo tiene in mano la gara, facendo scattare la sirena del secondo tempo tecnico sul 16-12; Crema gioca con il cuore e riesco a riportarsi sotto (21-20 Bonizzoni). Alcuni errori biancorossi mescolati alla precisione delle neroverdi regalano il parziale all’Abo.

 

 

Letizia Bassi in attacco

 

Terzo posto consolidato

Nonostante il vantaggio acquisito la squadra di casa si fa sorprendere dalle tenaci avversarie (6-9 Ginelli), ed un muro dei sette totali di Rettani rimette in corsa Offanengo. Il set è molto combattuto sino a quando Stringhi realizza il punto del 14-14 e Bergomi dai nove metri regala il vantaggio alla Banca Cremasca. L’Abo prende le misure un muro di una straordinaria Vincenti regala il break decisivo (18-15), le biancorosse non hanno più la forza di reagisce, Offanengo porta a casa un successo che permette di conservare il terzo posto. Crema, invece, causa le vittorie contemporanee di Galliera contro Torri Quartisolo e di Porto Mantovano a Riva del Garda è retrocessa in serie C.

 

Abo Offanengo-Banca Cremasca 3-0
Parziali: 25-20, 25-20, 25-17


Abo Offanengo: Sghedoni 2, Vincenti 7, Grassi 4, Zanello 12, Rettani 14, Bassi 8, Perroni (L), Mazzurini, Fridrihsone 4. N.e.: Arpini (L), Caravaggi, Raimondi, Premoli. All.: Nibbio.

 

Banca Cremasca Crema: Ginelli 12, Fusar Imperatore 3, Bergomi 5, Stringhi 11, Bonizzoni 9, Mazzini, Montesi (L), Cadamosti 1, Moscarelli, Morlotti. N.e.: Miotto, Venturelli (L). All.: Verderio.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

 

Tiramisù