PRIMA DIVISIONE. Piovani Offanengo, le magie di Arianna Locatelli al servizio della squadra

A quattro turni dalla conclusione del campionato, la Piovani Offanengo è certa di partecipare agli spareggi salvezza. Con la consapevolezza di voler mantenere la categoria, la squadra di coach Luca Vavassori prepara il prossimo turno

Di Francesco Jacini | Giovedì, 14 Aprile 2016 14:47

 Arianna Locatelli (Piovani Offanengo)

 

 

In cabina di regia Arianna Locatelli è pronta a trascinare la truppa biancorossa contro la forte Branchi Cr 81, quinta forza del massimo torneo principale. “Nonostante sia stato un anno difficile - spiega la giovanissima atleta, originaria di Madignano - tra infortuni e compagne di squadra che sono in pianta stabile in B2 sono fiduciosa per il finale di stagione. Vogliamo vincere tutte le partite che restano per mostrare il nostro valore e, soprattutto, preparaci al meglio per i play out”.

 

Ostacolo Credera

Sarà fondamentale riuscire conquistare più punti possibili per la possibile griglia ed avere l’eventuale ‘bella’ in casa ma prima c’è l’ostacolo Credera, pronta a conquistare punti che consolidare le posizioni play off. “Siamo una squadra imprevedibile - ammette Arianna - che può vincere contro la capolista Pizzighettone ed può perdere malamente contro avversarie più abbordabili come è successo con la Fadigati, squadra che soffriamo molto, il cui gioco di pallonetti e difesa, ci ha messo in difficoltà. Contro Credera giocheremo la nostra gara”. In sintesi la squadra cremonese è da evitare.

 

 

Arianna Locatelli (Piovani Offanengo)

 

Numero 14

Arrivata alla corte di coach Vavassori, la giocatrice, classe 1999, è stata protagonista sia in Prima Divisione sia in Under 18. “Il nostro obiettivo - analizza - era quello di fare bene in tutti i campionati che abbiamo partecipato ma come ho spiegato ci sono stati momenti difficili dove le nostre certezze sono stati minate. Poi con il lavoro dello staff tecnico siamo riuscite a riprenderci”. Maglia numero 14 come Eleonora Lo Bianco, indossa il 4 di Elena Drozina, ex alzatrice dell’Icos Crema Volley dal 2009 al 2011. “Ho sempre giocato con il 4 sin dalle giovanili a Crema - prosegue la studentessa - ma quest’anno una mia compagna di squadra (Martina Barbieri, ndr) mi ha chiesto se poteva avere lei il 4 e così ho deciso di prendere il 14”.

 

Come Carli?

4 e 14 numeri di registe dalle mani fatate ma è un’altra giocatrice quella cui Arianna, studentessa al terzo anno del Liceo Scientifico 'Da Vinci' di Crema, vuole assomigliare di più per il gioco. “Mi piace molto Carli Lloyd (regista della Pomì Casalmaggiore, campione d’Europa, ndr) per come è in grado di gestire le situazioni d’attacco nei momenti difficili delle partite”. Offanengo possibile rampa di lancio e pallavolo delle grandi assaggiata per qualche spezzone. “Ho avuto la possibilità di allenarmi con la B2 ed è stata un’esperienza molto positiva - conclude - che mi ha permesso di crescere”. Arianna Locatelli lancia la sfida per un finale di stagione elettrizzante e per una carriera pallavolistica che le permetta di coronare i suoi sogni, giocare al fianco della grande Carli Lloyd.

 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

 

Tiramisù