SERIE C. Walcor Soresina, magic box Martina Bertelli: “Girone di ritorno stratosferico”

Al giorno d’oggi è difficile trovare dello sport autentiche bandiere. Nel calcio è rimasto solo Totti a Roma, nel volley, eccezion fatta per Francesca Piccinini (tredici anni a Bergamo), e Natalia Serena (cinque anni al Promoball) è molto raro trovarne

Di Francesco Jacini | Venerdì, 26 Febbraio 2016 08:38

Martina Bertelli (Walcor Soresina)

 

 

“La verità si trova qui” come dice un famoso spot pubblicitario. A Soresina di bandiere ne ha ben due la centrale Chiara Ciboldi e la schiacciatrice Martina magic box Bertelli. Proprio quest’ultima analizza, in esclusiva per Baloo Volley, il presente della squadra di coach Paolo Bergamaschi.

 

Percorso deciso

I tre punti conquistati a Carbonara Ticino valgono doppio. “Abbiamo iniziato il girone di ritorno - spiega Martina - con il piede giusto: tre vittorie consecutive, quattro nelle ultime cinque gare, dove abbiamo perso solo nel derby contro Castelleone. Un percorso deciso ed importante che ci ha permesso di uscire da un periodo difficile e di allontanarci dalla zona pericolosa della classifica”.

 

Organico ridotto

Vittorie negli scontri diretti e raggiunta quota 26 punti (9 vittorie e 7 sconfitte) in un periodo complicato. “Abbiamo l’organico ridotto - prosegue - e non sempre riusciamo ad allenarci come vorremo. Siamo in linea con i nostri obiettivi, la salvezza è praticamente acquisita ed ora puntiamo ad un finale di stagione tranquillo”.

 

 

Martina Bertelli e Chiara Ciboldi, le bandiere della pallavolo a Soresina

 

Protagonista

142 punti realizzati Martina, soprannominata magic box per via dell’imprevedibilità nei colpi di attacco, è tra le protagoniste di questo campionato con la maglia della Walcor. “Nonostante i turni al supermercato e l’attività di barista al bar- racconta - riesco a far coincidere gli orari degli allenamenti e delle partite. Sabato arriverò appena in tempo ma sono contenta di come sta andando il campionato. Altri tre punti con la Pallavolo Gardonese e possiamo vedere l’orizzonte con un’ottica diversa”.

 

Sacrifici

Martina Bertelli, classe 1993, ruolo schiacciatrice da Casalmorano, discende da una famiglia di sportivi. Suo padre Danilo è stato calciatore professionista e per tanti anni ha allenato la Soresinese mentre Matteo, suo fratello maggiore, è una delle colonne portanti del Pallavicino di Busseto, squadra che milita nell’Eccellenza emiliana. “E’ una vita di sacrifici - evidenzia - ma la passione per la pallavolo è troppo forte e li sopporto volentieri. Finché ce la faccio andrò avanti”.

 

Sogno B2

Una vita a Soresina dal minivolley sino alla serie C, eccezion fatta per una stagione semidisastrosa ad Offanengo (Prima Divisione, 2011-2012). “In questa società sono cresciuta, ho sempre dato il massimo in ogni stagione e mi piacerebbe disputare un campionato nazionale - conclude -sarebbe una bella sfida per me”. Una sfida che potrebbe realizzarsi in futuro con la maglia del K Volley, società ambiziosa che punta ad un futuro sempre più importante.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

 

Tiramisù