A TUTTA B. Belsorriso Millenium Brescia, lo storico traguardo di Chiara Dall’acqua

La vittoria intera contro la Foppapedretti Bergamo è stata solo la gara che ha regalato al Belsorriso Brescia il titolo di campione d’inverno in B1 e la storica qualificazione alla Final Four di Coppa Italia

Di Francesco Jacini | Venerdì, 05 Febbraio 2016 17:47

 Chiara Dall'acqua, Belsorriso Millenium Brescia

 

 

Nel tre a uno conclusivo con il quale la squadra di Enrico Mazzola e Marco Wizzy Zanelli ha superato la giovane ed ostica formazione orobica ha brillato la stella lucente della centrale Chiara Dall’acqua che con i 6 punti realizzati ha raggiunto quota 402 punti con la maglia della società bresciana. La giocatrice bianconera, si è raccontata, in esclusiva, a Baloo Volley.

 

402 punti

Traguardo di livello assoluto, soprattutto, per chi gioca al centro e non viene sempre coinvolto nella manovra d'attacco. “Quando sono arrivata al Millenium Brescia - racconta Chiara - ambizioni e progetti erano importanti. Abbiamo costruito molto e molto ce ancora da fare in positivo, dettati dalla fiducia nei miei confronti, aver superare un traguardo di prestigio come i 400 punti in B1 con questa maglia è qualcosa di importante. Un traguardo raggiunto che ne aprirà altri in un nuovo libro tutto da scrivere”.

 

Climax ascendente

Quarta stagione, terza nel campionato di B1, in maglia bianconera per la giocatrice che ha sulle spalle la maglia numero 1, in climax ascendente che ha accompagnato la società del presidente Roberto Catania. Promozione dalla B2 alla B1, salvezza, play off sfiorati ed ora il grande sogno, chiamato serie A2. “Siamo prime in classifica - prosegue - e con un buon vantaggio sulle seconde ma che non ci permette di stare tranquille. Dobbiamo restare concentrate e giocare di gara in gara. Ci stiamo divertendo e possibile toglierci delle belle soddisfazioni, l'ambiente è sereno e carico”.

 

 

 

La fiducia della società

Tra le poche giocatrici confermate rispetto alla stagione 2014-15 (l’altra è stata Gloria Baldi, ndr), Chiara, nello scacchiere sarebbe dovuto essere il primo cambio di Manuela Leggeri e Chiara Lapi, invece, con pizzico di fortuna e bravura è riuscita a ritagliarsi uno spazio importante. “Ad inizio stagione - evidenza - gli infortuni di Manu e Marta Ghisolfi mi hanno permesso di giocare con continuità. Venivo da una stagione di luci ed ombre per ciò ho voluto dimostrare tutto il mio valore: ho sfruttato l’occasione per dare il massimo e ripagare la società per la fiducia dimostrata”.

 

 

Mix incredibile

Bresciana di Rovato, Chiara, nata il 27 settembre, come Francesco Totti, nel 1985, come Cristiano Ronaldo, in campo è tanto armoniosa come un igno quanto letale in attacco come gli artigli di una leonessa è pronta per nuove sfide. A partire quella di sabato 6 febbraio dove la capolista se la dovrà vedere con un avversaria poco accomodante come Le Ali Padova, terza in classifica, e storico avversraio del Belsorriso Brescia. Incontro che sonderà le intenzioni delle bianconere vista di un girone di ritorno che si preannuncia emozionante.

 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

 

Tiramisù