A TUTTA B. Belsorriso Millenium Brescia, Marco Wizzy Zanelli: un cuore di leone bianconero

C’è un tocco magico di Cremasco in casa Belsorriso Millenium Brescia, capolista e dominatrice del girone B del campionato di B1. Oltre al libero Elena Portalupi nel roster, coach Enrico Mazzola può contare sul prezioso del vice Marco Zanelli

Di Francesco Jacini | Lunedì, 01 Febbraio 2016 17:48

  In copertina Marco Wizzy Zanelli

 

 

Cremasco di Vailate, volto molto noto nell’ambiente della pallavolo locale per aver giocato come regista tra Reima, Offanengo e Mozzanica, da alcuni anni ricopre il ruolo di allenatore. Lasciata Offanengo, dopo due stagioni dove ha collaborato prima con Davide Tomasini e successivamente Roberto Marini, la scorsa estate Marco, ma per tutti Wizzy, è entrato a far parte della famiglia delle leonesse bianconere bresciane. Tredici gare, trentatre punti in classifica, primo posto e conquista della Final Four di Coppa Italia, Wizzy, a pochi giorni dall’inizio del girone di ritorno che vedrà Brescia, targata Belsorriso, impegnata in casa contro Le Ali Padova, stila il bilancio di metà stagione. “Sono molto felice - spiega - di essere stato contattato da una società importante ed ambiziosa come Millenium Brescia. Archiviata la bella esperienza ad Offanengo non avrei mai fatto questa scelta se la società non fosse seria e molto ambiziosa dove sono consapevole di potermi togliere ”. Un sogno chiamato serie A2 che, giornata dopo giornata, si sta costruendo come le fondamenta di una domus romana dell’età imperiale; anche la strada è ancora molto lunga e complessa.

 

Al fianco di Mazzola

Collaboratore prezioso, spesso collante tra squadra e staff tecnico, Marco è al fianco di un allenatore di esperienza nazionale come Enrico Mazzola. “Sono contento di poter lavorare con Enrico - prosegue - da lui posso imparare molto. Sto imparando ad avere un approccio più umano nei confronti delle ragazze ed altre cose che, in precedenza, mi sfuggivano. A livello di preparazione della gara mi sta insegnando molte cose come la conoscenza delle avversarie per preparare al meglio la nostra tattica di gioco, e, soprattutto, curare molto i dettagli, dettagli che alla fine possono fare la differenza”.

 

L'opposta Gloria Baldi

 

La squadra

Ruolino di marcia impressionante per la formazione bresciana che, forte in rosa di giocatrici di livello assoluto come Manuela Leggeri, eroina di Germania 2002, promesse in rampa di lancio pronte a sbocciare, Gloria martello degli Baldi, Marta Ghisolfi, Sara Rinaldi oppure di vecchie volpi della categoria come Chiara Dall’Acqua, Laura Garavglia, Chiara Lapi e Francesca Saveriano. Completano l’organico il forte libero Elena Portalupi, Giulia Biava, Alessandra Dall’Ara e le giovani Jennifer Frapporti e Sara Gabrielli.

 

Vittorie sconfitte

“Le vittorie più belle - evidenzia Wizzy - sono state quelle contro Talmassons alla sesta giornata (3-0, ndr) dove abbiamo mostrato una grande prova corale e contro la Vivigas Verona (3-0) all’undicesima. In questa gara siamo riusciti ad imporre il nostro gioco”. Due sole sconfitte, soprattutto, quella interna con Don Colleoni ha macchiati il cammino fino ad allora immacolato del team bresciano, caro al presidente Roberto Catania. “La sfida con il Don Colleoni - ammette - non è stata la sconfitta che ha fatto male per come è maturata. E’ stata una serata storta, nonostante abbiamo conquistato il primo set, dove non abbiamo giocato come volevamo: siamo stati bravi ad annullare Viganò, il loro terminale offensivo, ma loro con un gioco molto sporco in difesa, dove recuperavamo tutto, ci hanno sorpreso e messo in difficoltà”.

 

Marco Wizzy Zanelli

 

Sfide all’Italia

Dicevamo, primato in classifica e conquista della Final Four di Coppa Italia, in programma il prossimo 23 e 26 marzo, in sede ancora decidere, dove le leonesse bianconere in una sorta anticipo di play off sfideranno le altre tre regine d’Italia della categoria come Properzi Lodi, Battistelli San Giovanni Marignanino e Sigel Marsala. Wizzy non azzarda pronostici ma scommette su Belsorriso Brescia: “La squadra è competitiva, è stata costruita per essere protagonista e centrare tutti gli obiettivi. Il gruppo è molto coeso sia in campo sia fuori e vuole migliorarsi sempre. Il lavoro sta pagando e nei prossimi mesi faremo il definitivo salto di qualità”. In Coppa Italia, probabilmente, il ruggito delle leonesse, agguerrite più che mai, potrà udirsi in tutta Italia.

 

Cuore di leone … bianconero

Squadra forte ed il rientro di Manuela Leggeri ha aggiunto un dardo in più alla faretra bianconesse. “Sono certo che arriveremo lontano, con lavoro e coesione potremmo lottare contro chiunque, le insidie non mancheranno ma saremo pronti. Inoltre - conclude - il rientro in campo di Manu è stato importante”. Una scommessa che Wizzy, cremasco dal cuore di leone bianconero, ed il Belsorriso Brescia vogliono vincere. Viste le premesse i tifosi della squadra del capoluogo sono fiduciosi.

 

Il Belsorriso Millenium Brescia

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

 

Tiramisù