A TUTTA B. Belsorriso Millenium Brescia: una vittoria, due traguardi

Applausi di la gente intorno a loro, voi sole non siete …. Giocate ancora. Così potrebbero dire i Camaleonti nella loro celebre canzone. Brescia supera Bergamo e conquista in un solo colpo il titolo d’inverno e le finali di Coppa Italia

Di Francesco Jacini | Mercoledì, 27 Gennaio 2016 07:10

 

Nella foto Chiara Lapi, centrale del Belsorriso Millenium Brescia

 

Brescia con grande cinismo domina il match con le orobiche (3-0). Prestazione di livello assoluto di coach Enrico Mazzola e Marco Wizzy Zanelli; le leonesse bianconere sono apparse solide, determinate non lasciando nemmeno le briciole alle avversarie. Su tutto basta guardare i numeri per rendersi conto della schiacciante predominanza bresciana: 15 ace, 5 muri-punto, 57% di efficienza in attacco con punte individuali del 73% di Baldi (cresciuta nelle giovanili rossoblu) e del 77% di Garavaglia, solo 1 errore in ricezione.

 

Brillanti di ricezione

Inizio gara che si mette subito bene per le bianconere: partenza determinata, con poche sbavature se non qualche errore al servizio, basti pensare che praticamente la metà dei punti conquistati da Bergamo nel set sono battute sbagliate dalle padrone di casa. Belsorriso riceve bene, costruisce, affonda il colpo e allunga. 16-6 alla seconda sosta obbligata. Portalupi e Rinaldi brillano in ricezione, Baldi e Garavaglia feriscono su palla alta (17 punti per entrambe con efficacia elevatissima), Dall’acqua e Lapi si rendono insidiose. Il 25-14 conclusivo arriva da sé.

 

Marcia trionfale

Stesso spartito nel secondo frangente. Il direttore d’orchestra Enrico Mazzola come il miglior Riccardo Muti dirige bene archi e fiati che rispondono con una sinfonia di alto livello: una Saveriano ispirata guida la marcia trionfale bresciana. Sul 18-6 doppia sostituzione: entrano Dall’ara per Saveriano, e Ghisolfi in opposto per Baldi. Non cambia nulla anzi, anzi Ghisolfi piazza due murate, Dall’ara si diverte con gli attaccanti in gran serata (68% di efficacia nel set). Alla fine è 25-10.

 

Esordio casalingo di Leggeri

Mazzola vuole tenere alta la tensione per evitare spiacevoli ed inutili complicazione. Il sestetto, con in campo Biava per Rinaldi e Leggeri all’esordio casalingo per lei per Lapi risponde presente. La ricezione ospite va in tilt sul turno di battuta di Garavaglia prima e Baldi poi, 6 ace per entrambe in una prova per le gemelle diversa. Il parziale scema con un netto 25-8. Belsorriso si prende l’undicesima vittoria stagionale confermandosi capolista, regina d’inverno. Menzione particolare va Chiara Dall’acqua, la centrale che indossa la maglia numero 1, con i 6 punti realizzati ha superato quota 400 punti con Brescia nei tre campionati di B1.

 

Final Four

Ciliegina sulla torta di una stagione che sin d’ora sta regalando numerose emozioni alla dirigenza, guidata dal presidente Roberto Catania, è la conquista della Final Four di Coppa Italia. La manifestazione si disputerà nel week end pasquale in sede ancora da definire: le avversarie saranno le prime classificate degli altri gironi di B1, Properzi Lodi, Battistelli San Marignano di Rimini e Sigel Marsala. Una sfida affascinante che coinvolge le quattro regine della B1 e che vedrà, sicuramente Belsorriso Millenium, protagonista.

 

Precedente importante

Dal 1983, anno della prime edizione, una sola bresciana ha alzato il trofeo: l’Agroittica Calvisano nel 1990; invece da quando il torneo è stato diviso tra B1 e B2 (2009) sono state solamente due le compagini lombarde che si sono imposte l’Icos Crema (2010) ed il Saugella Monza (2013). Chi era alla guida delle brianzole? Enrico Mazzola. Precedente importante che fa sperare i tifosi bianconeri bresciani.

 

 

 

Sopra Enrico Mazzola, tecnico Belsorriso Brescia

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

Tiramisù