SERIE A1. Pomì Casalmaggiore, il Risveglio della Forza: sconfitta Piacenza

C’è sempre una prima volta. Ieri pomeriggio Casalmaggiore supera Piacenza nel derby del Po, cancellando quello zero nella colonnina delle vittorie negli scontri diretti, e scaccia la Minaccia Fantasma di Scandicci

Di Francesco Jacini | Lunedì, 14 Dicembre 2015 10:30

 

 

Episodio V delle Guerre Stellari in riva al Po tra Pomì e Nordmeccanica. Nel catino ribollente del PalaRadi la truppa rosa di coach Barbolini ritorna al successo e compie un passo deciso in classifica accendendo una Nuova Speranza per la conquista del pur onorifico titolo d’inverno. Gara, a tratti spettacolare come effetti cinematografici, Casalmaggiore gioca un volley quasi perfetto in tutti i fondamentali mentre Piacenza è stata in grado di tenere testa alle campionesse d’Italia, nonostante le assenze pesanti di Mejners e Ognjenovic alle quali si aggiunta quella di Bauer, vittima dell’influenza.

 

Tirozzi Colpisce ancora

Nel primo set Barbolini può contare su Lloyd, regolarmente in campo, nonostante la fasciatura al mignolo della mano sinistra, Gaspari, invece, conferma Petrucci titolare. Un errore di Gibbemeyer permette a Piacenza di andare in fuga (6-9). Marcon regala l’allungo del 7-12, la reazione cremonese è forte. In regia Lloyd gioca punta molto sulla verve realizzativa di Stevanovic (11-15) ed un muro della stessa giocatrice statunitense serve il 16-18. Piacenza va il difficoltà e Casalmaggiore ne approfitta: Tirozzi pareggia i contri (21-21) ed un ace di cataclisma Kozuch regala il parziale alla Pomì.

 

 

 

Il Ritorno di Piacenza

Scambi di reciproche cortesia a rete sono il tema principale dell’inizio del secondo parziale. Piccinini risponde a Sorokaite (9-7) e si viaggia sino a braccetto sino al 16-16 (ace di Stevanovic). Casalmaggiore accusa un giramento a vuoto: Melandri mura Piccinini e Piacenza parte per la tangente, infilando un parziale di uno 1-6. Kozuch prima e Tirozzi di rabbia accorciano il gap ma un fallo fischiato a Lloyd permette a Piacenza di pareggiare i conti.

 

L’Attacco di Kozuch

Svegliata da torpore, Casalmaggiore riprende a macinare gioco e punti. Un ace di Piccinini ed una monumentale Kozuch guidano il 4-0 iniziale, Tirozzi fa 6-1. Solo Marcon sembra resistere alle rose che fanno quello che vogliono ed arrivano sul 17-11 con Kozuch. Gibbemeyer, preziosa nel sporcare molti palloni a muro, sigla il 22-15. E’ la resa piacentina, la bandiera bianca viene dopo l’ennesima schiacciata vincente dell’opposta tedesca (25-17), sopportato dal lavoro dietro le quinte dell’immensa Sirressi.

 

 

La Vendetta rosa

Lampi e tuoni di bel gioco nel quarto ed ultimo parziale. La squadra di casa, trascinata dallo splendido tifo cremonese, rompe gli indugi sul 9-9, griffato da Kozuch. Tirozzi, Piccinini ed alcuni errori di Sorokaite fanno scivolare i titoli di coda dell’incontro (20-12 con la principessa). A rete Gibbemeyer non perdona ed un errore al servizio di Petrucci consegna i tre punti alla Pomì. Casalmaggiore risponde ai successi di Conegliano, 3-0 a Scandicci, e di Novara che vince in cinque set a Bergamo, la vetta dista solo un punto. Sabato 19 dicembre al PalaRadi arriverà Il Bisonte Firenze, fanalino di coda e sconfitta da Montichiari, occasione da sprecare, visto il turno di riposo delle venete di Mazzanti, per riprendere il trono del campionato.

 

Post partita

Non ci sono alibi in casa Piacenza. “Abbiamo provato a giocare - spiega Marco Gaspari - con aggressività sopperendo alle nostre assenze. Ma quando ti manca mezza squadra non è stato facile, abbiamo disputato la nostra onesta gara dove abbiamo messo cuore e grinta. Casalmaggiore ha giocato regolarità, soprattutto nella fase difensiva”. Sorridente Maggie Kozuch, autrice di 18 punti e di una gara strepitosa. “Sono molto contenta del risultato - afferma la nazionale tedesca - abbiamo giocato molto bene. Dpo il secondo set siamo state in grado di reagire e portare a casa i tre punti”. Pubblico straordinario come evidenzia capitan Valentina Tirozzi. “Il tifo ci ha aiuto molto nei momenti di difficoltà. Questa è la vera Pomì Casalmaggiore”.

 

 

Pomì Casalmaggiore-Nordmeccanica Piacenza

Parziali: 25-21, 19-25, 25-17, 25-16

 

Pomì Casalmaggiore: Bacchi, Lloyd 6, Sirressi (L), Gibbemeyer 8, Piccinini 7, Kozuch 18, Stevanovic 13, Tirozzi 19. Non entrate Cecchetto, Ferrara, Cambi, Olivotto, Rossi Matuszkova. All. Barbolini.

 

Nordmeccanica Piacenza: Sorokaite 13, Valeriano, Belien 11, Leonardi (L), Marcon 7, Melandri 13, Petrucci 6, Pascucci 9, Taborelli. Non entrate Bauer, Poggi, Meijners. All. Gaspari.

 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

 

Tiramisù