SERIE A1. Pomì Casalmaggiore, Maggie Kozuch lancia la sfida a Conegliano Veneto

Si è appena spenta l'eco della vittoria in Champions League sul campo del VitrA Eczacibasi che Casalmaggiore si è rimessa al lavoro per tornare al clima campionato in vista della sfida di domenica contro Conegliano Veneto

Di Redazione | Venerdì, 30 Ottobre 2015 10:12

 

 

Rientrate giovedì Tirozzi e compagne si sono da oggi rimesse al lavoro per preparare l'importante sfida di domenica (ore 18, PalaVerde) con la squadra degli ex Davide Mazzanti e Serena Ortolani. Un tour de force che dunque continua per la formazione campione d'Italia che sul campo delle venete proverà a chiudere nel migliore dei modi un trittico davvero impegnativo che avrà come appendice la gara interna nel turno infrasettimanale contro la Metalleghe Montichiari.

 

Grande potenziale

Prima di tuffarsi Un passo a ritroso è doveroso, prima di chiudere la parentesi turca, e lo facciamo con Margareta Maggie Kozuch, per lei anche in riva al Bosforo, una grande prestazione. "Da quando sono arrivata in questa squadra ho subito avuto la sensazione che si potessero fare grandi cose - spiega l'attaccante tedesca di posto due - e la conferma è arrivata dalla vittoria ottenuta martedì ad Istanbul. Abbiamo dimostrato di avere il potenziale per mettere in difficoltà qualsiasi squadra e se consideriamo che siamo ancora ad inizio stagione e intesa e meccanismi di gioco non possono che crescere ulteriormente, ci sono ancora grossi margini di miglioramento".

 

Duello alla pari

Una gara che nei primi due set vi ha visto assolute dominatrici, poi nel terzo e quarto set si è forse pagato lo sforzo iniziale. "Direi che i primi due set sono stati perfetti, poi nel terzo abbiamo sbagliato tanto mentre l'Eczacibasi è cresciuto molto. Nel quarto siamo tornate la squadra combattiva della fase iniziale di gara duellando alla pari con le avversarie che hanno continuato a giocare su ritmi elevatissimi e nonostante la sconfitta ho avvertito ottime sensazioni e il rammarico del finale con quei match point non sfruttati e una certa sfortuna nei momenti topici non hanno inciso sul set finale. Tante squadra dopo la rimonta subita avrebbero accusato un contraccolpo psicologico ma la squadra si è dimostrata superiore a tutto ed alla fine ha condotto in porto un quinto spettacolare".

 

Coesione del gruppo

La nazionale tedesca ex Sassuolo, Novara e Busto, nativa di Amburgo che oggi compie 29 anni (medesimo giorno di Diego Armando Maradona che proprio nel 1986 negò un Mondiale alla sua Germania, ndr), principale terminale offensivo del team rosa con 35 punti messi a segno suona la carica in vista della gara di Conegliano Veneto. "Ho apprezzato una grande coesione in squadra e un calore incredibile da parte di tutto l'entourage. Uniti si vince e l'abbiamo dimostrato in tutto e per tutto".

 

Verso Conegliano

Rispetto alla scorsa stagione l’Imoco Volley ha cambiato pelle, partendo dal tecnico Davide Mazzanti e dalla diagonale formata da Marta Bechis e Serena Ortolani. Confermate le centrali Jenny Barazza e Adams ed il libero De Gennaro in maglia gialloblu sono arrivate le schiacciatrici Robinson e Hodge Easy e la nazionale Valentina Arrighetti. Il roster è completato da Valentina Serena, Alice Santini, De Bortoli, Nicoletti e Vasilantonaki. In due stagioni fra campionato e play off i precedenti sono 11: le venete sono in vantaggio per 7 sfide a 4.

 

Classifica

Casalmaggiore, Conegliano, Novara 6 punti; Piacenza 4; Scandicci, Montichiari, Busto Arsizio, Modena 3; Firenze 2; Club Italia, Bergamo, Bolzano, Vicenza 0.

 

 

Servizio a cura di Stefania Della Corona

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

 

Tiramisù