SERIE D. Cr Transport, Roberta Locatelli: “tanti ricordi a Vailate ma servono i tre punti”

Uno strano scherzo del destino ha voluto che il debutto stagionale del Cr Transport Ripalta Cremasca, nuova squadra di Roberta Locatelli, fosse con la Pallavolo Vailate, formazione dove ha giocato gli ultimi cinque campionati

Di Francesco Jacini | Giovedì, 15 Ottobre 2015 09:00

 

 

Ex di turno, insieme all’alzatrice Francesca Galvagni (passata in estate da Ripalta a Vailate), Martina Leoni e Sabrina Pirovani, Roberta Locatelli è carica a molla per la prima dgiornata della serie D, 2015-16. “Sarà una partenza molto interessante - commenta - dove affronteremo subito Vailate, alla seconda giornata Capergnanica e successivamente Agnadello. Sarà bene cercare di partire con il piede giusto.

 

La promozione in C

Vailate, targata Gino Bigatti Centro Benessere, appunto dove cinque campionati, culminati con la promozione in serie C nel 2012, del sodalizio caro al presidente Mauro Vacchetti. “Contro Vailate - evidenzia la centrale lodigiana - sarà una gara particolare: da un lato mi fa piacere giocare contro una società dove ho avuto grandi soddisfazioni e ottenuto risultati importati, vissuti con intensità da parte mi e delle tante compagne con le quali ho giocato. Sono stati cinque che mi sono serviti per crescere ma adesso sono a Ripalta: il mio impegno è fare bene con loro e raggiungere nuovi traguardi sportivi”.

 

 

Nuova avventura

Cr Transport Ripalta Cremasca, nuova tappa e ponte verso il futuro agli ordini di coach Marianna Bettinelli. “L’affetto - prosegue Locatelli - nei confronti delle compagne di squadra dello scorso anno e verso la dirigenza, Mauro e Luisa in particolare, ci sarà sempre stima ma sabato voglio vincere e conquistare la vittoria per iniziare bene la stagione. Ci stiamo impegnando molto e i derby non fanno altro che darci uno stimolo in più per farci trovare pronte”.

 

Gruppo coeso

Il periodo di preparazione, iniziato alla fine di agosto, è stato lungo ma mirato. “Il precampionato è sempre una fase di rodaggio - conclude - perché il gruppo impari a conoscersi e ad affinare i meccanismi di gioco, la vittoria al Taverna in finale contro Capergnanica e l’ultimo successo in amichevole con il San Giorgio squadra di Piacenza è sono stati importanti perché il lavoro sta dando i primi i frutti”.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

 

Tiramisù