SERIE B2. Abo Volley Offanengo, riscontri positivi dopo l'amichevole con Vobarno

Buona sgambata per l'Abo Offanengo che nell'ultima amichevole prima del debutto in campionato (previsto sabato 17 ottobre al PalaCoim contro il Coredo) perde 3-2 contro le bresciane del Vobarno, ma compie sensibili passi in avanti nella preparazione

Di Redazione | Lunedì, 12 Ottobre 2015 03:47

 

A penalizzare non poco le cremasche, il numero di errori, ben 45 nell'arco del match, ma le note positive arrivano dalla fase offensiva, dai 160 palloni attaccati e dall'intesa che cresce. Nella palestra comunale di via Monteverdi a Offanengo, l'Abo ha lottato fino all'ultimo pallone andando a conquistarsi anche il parziale supplementare giocato. Positiva la prova della laterale Elina Fridrihsone  (14 punti) nel ruolo di finalizzatrice, insieme ad Alice Caputo (17), ma l’Offanengo ha girato con percentuali basse nella fase della ricostruzione nonostante la buona prova di Grassi (35%) e Caputo (36%) nel fondamentale della ricezione (perfetta). Le bresciane (pari categoria, ma inserite nel girone B, mentre le cremasche sono nel C) hanno dimostrato di essere più avanti nella preparazione, chiudendo i conti in quattro set. Le ospiti sono state trascinate dagli elementi di maggior spicco come la centrale Manuela Cima e l'opposta Stefania Ghio.

Vobarno in condizione

In avvio, l'Abo scende in campo con Malvicini in regia, Bassi opposta, Zanello e Caputo in banda, Vincenti e Rettani al centro e Bossi libero. Offanengo fa subito fatica, subendo due ace e sprecando in attacco (5-9). Vobarno trova il muro del +5 (6-11), con coach Zanellati che richiama all’ordine la squadra nel time out discrezionale. Le cremasche, però, non brillano e così si va al secondo riposo programmato sull’8-16 per le ospiti. Le bresciane hanno un’altra condizione (9-21) e vincono il primo set 13-25.

 

Ospiti padrone
Dopo il cambio di campo, l'Abo cambia abito: Zanello viene spostata in diagonale con la regista Malvicini, mentre l'asse di posto quattro è formato da Caputo-Grassi. Novità anche al centro, dove Micheletto fa coppia con VincentiZanello va in panca, mentre la nuova entrata Fridrishone sale in cattedra sfruttando la parallela. La pipe di Caputo  e i due muri di Micheletto e Grassi permettono all’Abo di rimettere il naso in avanti (10-7). Vobarno prima impatta (10-10), poi sul 13-13 le bresciane mettono la freccia, complici alcune disattenzioni delle cremasche (13-17). L'ace di Malvicini e l'errore di Ghio innescano la rimonta Abo (17-18), che però è solo un fuoco di paglia, con le ospiti padrone del finale di set: 25-19 e 2-0.

 

Ribaltamento di fronte
Terza frazione e terza formazione diversa per l’Abo: in cabina di regia c'è Raimondi opposta a Fridrihsone, con Caputo e Grassi schiacciatrici, mentre al centro torna la coppia Vincenti-Rettani,  con Bossi libero. Questa volta, l'Offanengo parte bene sul turno al servizio di Caputo (3-1), ma ancora una volta è Vobarno a piazzare un break di 3-7 (6-8). La squadra di Zanellati non molla e ribalta la situazione con due muri (11-10), per poi firmare il +2 con Fridrihsone (12-10). La diagonale out di Ghio (14-11) è la fotografia dell’ottimo momento delle cremasche.

 

Il riscatto di Caputo

C’è Bassi al posto di Grassi. Il gioco dell’Abo fa abbassare i giri del motore del Vobarno, mentre Fridrihsone trova l'ace del 18-13. Le ospiti arrivano al -2 (19-17), ma l'Abo respinge al mittente il tentativo di rimonta, sfruttando gli attacchi di Caputo per riaprire il match: 25-20. Nel set successivo, Zanellati disegna l’Offanengo con Raimondi in palleggio opposta a Bassi, con Caputo e Fridrishone come asse di posto quattro, mentre non cambiano libero e centrali. Caputo non trova il punto del 7-9 e Vobarno va sul 6-10. La giocatrice siciliana poi si riscatta immediatamente (8-10), poi due muri dell’Abo completano l'operazione-aggancio (12-12). Dentro Malvicini per Raimondi in regia, poi sul 16-16 Vobarno piazza l'allungo (16-20). Rettani tiene viva la speranza-Abo (19-20), poi Offanengo crolla (19-24), salvo poi rimontare (22-24) e infine cedere 22-25. Si gioca anche il quinto set supplementare, dove le cremasche spingono sull'asse Fridrihsone-Caputo per imporsi 15-13.


Abo Offanengo-Vobarno 2-3
Parziali: 13-25, 19-25, 25-20, 22-25, 15-13

Abo Offanengo: Zanello 2, Vincenti 8, Malvicini 4, Caputo 17, Rettani 6, Bassi 8, Bossi (L), Grassi 3, Fridrihsone 14, Raimondi, Micheletto 2. N.e.: Mazzurini. All.: Zanellati

Note. Durata set: 17', 22', 22', 27', 12' per un totale di 1 ora e 40 minuti di gioco

Abo Offanengo: battute sbagliate 9, ace 2, ricezione perfetta 28%, attacco 34%, muri 7, errori 45. Vobarno: battute sbagliate 12, ace 4, ricezione perfetta 41%, attacco 35%, muri 10, errori 30.

 

 

Servizio a cura di Romano Lombardi

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

 

Tiramisù