SERIE A2-B. Altri tre punti per l'Esperia, 3-1 ad Olbia, secondo posto per una notte

CREMONA. La CremonaUfficio torna momentaneamente al secondo posto della classifica grazie alla vittoria in quattro set sulle sarde

Di Redazione | Domenica, 10 Dicembre 2023 08:18

L'Esperia Cremona


Partenza da incorniciare nel primo set (25-14), poi le ospiti strappano con grinta il secondo periodo. Le tigri gialloblù dimostrano le loro qualità superando il momento di impasse per chiudere negli altri due periodi.

L’MVP di giornata è Sofia Turlà, autrice di 7 punti, abile a ispirare i 25 punti di Taborelli (top scorer del match) e i 19 di Piovesan. In doppia cifra anche capitan Rossini, con 12 punti e l’82% di ricezione positiva, senza errori. Dodici punti anche per la coppia di centrali Ferrarini e Munarini, Nicole Gamba è solida in ricezione (62%) e tempestiva in difesa. Per Olbia sugli scudi Virginia Adriano con 19 punti, Orlandi con 10 e Gannar con 8. Nel prossimo turno Olbia ospiterà Costa Volpino, Cremona sarà di scena a San Giovanni in Marignano.

Coach Zanelli schiera la formazione tipo con Turlà e Taborelli in diagonale d’attacco, Piovesan e Rossini in banda, Ferrarini e Munarini al centro, Gamba libero. Risponde coach Guadalupi con Schmit in regia, Adriano opposto, Orlandi e Imamura ai lati, Gannar e Marku centrali, Blasi libero.

La gara si tinge presto di gialloblù, con gli equilibri che vengono meno fin dal 6-3 firmato Taborelli. La diagonale di Piovesan fissa l’11-7 del timeout Olbia. Cremona insiste al centro, con la tesa di Munarini ed il muro di Ferrarini su Partenio, 18-10. Due aces di Taborelli valgono il 20-10, preludio alla fast di Ferrarini per il 24-13. Taborelli chiude il set sul 25-14. Come successo già più volte in stagione, le tigri gialloblù perdono la continuità nel secondo gioco. Virginia Adriano si mette in luce a più riprese, concludendo il set con 9 punti a referto. Cremona accorcia con la parallela di Piovesan sul 10-9. Olbia ribalta l’inerzia del periodo, complici alcuni errori gialloblù in attacco: timeout Zanelli sul 13-15. Taborelli risponde in pipe ad Adriano (14-18), entra in campo anche Zorzetto per dare respiro a capitan Rossini. La fast di Munarini viene vanificata da uno dei pochissimi errori in attacco di Taborelli, 19-24. Bianca Orlandi strappa il secondo set in favore delle galluresi sul 20-25.

Nel terzo set Olbia riparte col piglio giusto e rende la vita difficile a Cremona. Le ospiti conducono sull’8-10, ma ben presto sale in cattedra Anna Piovesan, a segno con un muro ed una pipe. Il muro di Munarini stuzzica coach Guadalupi che ferma il gioco sul 12-10. CremonaUfficio alza i giri del motore andando a segno con tutte le attaccanti, ben ispirate da Sofia Turlà, premiata con merito MVP dell’incontro. Taborelli spinge sul 19-14, Orlandi annulla il primo tempo di Ferrarini, 21-16. L’ultimo allungo è gialloblù, con il muro di Turlà e la diagonale da applausi sui tre metri firmata Anna Piovesan. La stessa banda veneta realizza la palletta del 25-18. Le tigri gialloblù non tergiversano nel quarto set, giusto il tempo di superare i primi scambi in cui Olbia spara le ultime cartucce. Le ospiti non vanno oltre quota 12, Cremona al contrario ritrova capitan Rossini in tutta la sua lucidità, sia in prima sia in seconda linea. Taborelli e Piovesan continuano a mostrare le proprie doti: il finale di gara è presto realtà. Le tigri gialloblù si prendono altri tre punti fondamentali per la corsa ad un posto in pool promozione, con la sesta piazza che dista 14 punti a sei giornate dalla fine.


Le dichiarazioni del post partita

Sofia Turlà, palleggiatrice CremonaUfficio: “Sono molto felice perché veniamo da un periodo molto pesante, in cui abbiamo giocato diverse gare in pochi giorni. Sono davvero contenta perché la gara di oggi non era assolutamente scontata, loro danno sempre il massimo, come ognuna delle squadre che è passata di qua. Sono fiera di ognuna di noi, ora riposiamo un po’ e poi penseremo alla prossima sfida”.

Melissa Marku, centrale Hermaea Olbia: “Oggi abbiamo affrontato un avversario non facile, sono state molto brave ad imporre il loro gioco. Nel primo set è stato difficile per noi ambientarci, per cercare di gestire gli errori e mettere in difficoltà l’avversario. Nel secondo siamo riuscite in questo intento, ci siamo stabilizzate, trovando anche più soluzioni in attacco. Nel terzo e nel quarto Cremona è stata brava a smontare le sicurezze che ci eravamo create nel set precedente”.­

 

CREMONAUFFICIO ESPERIA CREMONA - VOLLEY HERMAEA OLBIA 3-1 (25-14, 20-25, 25-18, 25-12)

CREMONAUFFICIO ESPERIA CREMONA: Turlà 7, Piovesan 19, Munarini 6, Taborelli 25, Rossini 12, Ferrarini 6, Gamba (L), Zorzetto 1, Coveccia. Non entrate: Felappi, Balconati, Landucci. All. Zanelli.

VOLLEY HERMAEA OLBIA: Imamura 5, Marku 2, Adriano 19, Orlandi 10, Gannar 8, Schmit 1, Blasi (L), Fontemaggi 2, Partenio 2, Parise. Non entrate: Civetta, Anello. All. Guadalupi.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù