COPPE EUROPEE. Quattro su quattro: Busto e Chieri passano il turno, ok Conegliano, Milano accende l'Allianz

Non sbagliano le italiane nelle competizioni CEV: rinforzano le prime posizioni nei gironi le pantere e le milanesi, le bustocche volano ai playoff mentre le piemontesi si assicurano il passaggio ai Quarti

Di Redazione | Giovedì, 19 Gennaio 2023 07:40

Vero Volley Milano

 

Quattro su quattro nel mercoledì europeo delle squadre italiane. In CEV Champions League, esordio vincente all'Allianz Cloud per Milano, che supera le romene dell'Alba Blaj, mentre al Palaverde Conegliano passeggia sul Mulhouse. Passaggio assicurato al turno successivo per Busto Arsizio in CEV Cup e per Chieri in CEV Challenge Cup: 3-0 delle farfalle sul Maribor, 2-3 ad Atene delle chieresi sul Panathinaikos.

CEV CHAMPIONS LEAGUE

L'A.Carraro Imoco Conegliano rimane imbattuta in CEV Champions League dopo la quarta giornata della Pool A: superate le alsaziane del Mulhouse, già sconfitta all’andata per 3-0 in Francia al ritorno dal Mondiale. Andamento simile anche in questo match, vinto con relativa tranquillità dalle ragazze di coach Santarelli che così blindano il primato nel girone (che garantisce alle migliori prime la testa di serie nei quarti di finale) in attesa degli ultimi due turni del girone con Budapest fuori casa a fine mese (31/1) e le polacche del Resovia al Palaverde l’8 febbraio. Quattro giocatrici in doppia cifra per le pantere, con una straordinaria De Kruijf nominata MVP grazie ai 12 punti con 5 muri, stessi palloni messi a terra da Robinson Cook, uno in più di Haak e due in più di Alexa Gray, con coach Santarelli che nelle solite rotazioni ha lasciato un po' di riposo alle centrali Lubian e Fahr e a Gennari, non entrate. Migliore per le francesi l'altra sorella Haak, che ha chiuso con 10 punti. Leggi qui il resoconto completo.

 

A. Carraro Imoco CONEGLIANO - Volley MULHOUSE Alsace 3-0 (25-15, 25-19, 25-20)

A. Carraro Imoco CONEGLIANO: Robinson Cook 12, Squarcini 4, De Kruijf 12, Gray 10, Haak 11, Wolosz 2, De Gennaro (L), Carraro, Plummer 3, Bardaro. Non entrate: Gennari, Lubian, Pericati (L), Fahr. All. Santarelli.

Volley MULHOUSE Alsace: Rousseaux 5, Tchoudjang-Nana 6, Van Avermaet 9, Paradzik 4, Haak 10, Mayer, Soldner (L), Schmit 1, Coneo 2. Non entrate: Oliveira-Souza, Casadei (L), Olinga-Andela. All. Salvagni.

Esordio impeccabile per la Vero Volley Milano all'Allianz Cloud, dove l'entusiasmo, per il primo dei tre match stagionali fissati nell'impianto del capoluogo lombardo, ha raggiunto le stelle (oltre 4800 spettatori presenti) e accompagnato Orro e compagne al successo per 3-0 sulle campionesse di Romania dell'Alba Blaj. Nella quarta giornata della Pool B della CEV Champions League, Milano è bella ed efficace e, con il ritorno di Sylla, è straordinaria in difesa, precisa in ricezione ed efficace al servizio. In poco meno di un'ora e mezza di gioco, le rosa impongono un ritmo da paura dai nove metri e rendono la vita impossibile alla squadra di Ljubicic, mai capace di rispondere nel primo al gioco delle italiane. Orro è ispiratissima in regia, merito anche della ricezione super di Negretti e Larson e alle fiammate di Stevanovic e Rettke (per lei anche degli ottimi turni dai nove metri). L'unico momento in cui le romene provano a dare un concreto segnale di ripresa è il turno in battuta di Axinte nel secondo e terzo gioco, prontamente però sedato dal cambio palla da applausi di Milano. Tre punti quindi importantissimi per la squadra del Vero Volley, che consolida il primato nella Pool e si affaccia ai prossimi appuntamenti in calendario con fiducia.

 

Vero Volley MILANO - CS Volei Alba BLAJ 3-0 (25-16, 25-18, 25-16)

Vero Volley MILANO: Orro 2, Thompson 23, Rettke 6, Stevanovic 10, Sylla 9, Larson 7, Negretti (L). Non entrate: Stysiak, Folie, Camera, Parrocchiale (L), Begic, Davyskiba, Candi. All. Gaspari.

CS Volei Alba BLAJ: Dimitrova 10, Kocic 6, Ioan 2, Milenkovic 6, Russu 12, Mirkovic 2, Cojocaru (L), Ispas (L), Fales, Kossanyiova, Axinte 1. All. Ljubicic.

 

CEV CUP

Rispetta i pronostici della vigilia la e-work Busto Arsizio che dopo il 3-1 dell'andata supera anche in casa il Nova KBM Branik Maribor e conquista il pass per i playoff di CEV Cup. 3-0 il risultato del match di stasera, in cui Marco Musso ha optato per il turn-over dall'inizio, con Colombo e Stigrot in campo dal primo minuto per Olivotto e Omoruyi. Da metà del secondo game dentro anche Monza al palleggio, Battista in posto 2 e Lualdi, al rientro in campo dopo l'infortunio, per Zakchaiou. Nel terzo Musso cambia anche il libero: sul taraflex Bressan per Zannoni. La squadra biancorossa ha largamente comandato nel punteggio nei set che contavano (i primi due), come ben dimostrano i parziali (11 e 15), mentre nel terzo è stata sotto fino all'11, ma ha poi ripreso in mano le redini del gioco chiudendo a 17. A tabellino spiccano i 10 punti in un set e mezzo di Battista (43% offensivo con ben 4 ace), il 48% offensivo di Degradi e l'86% di una frizzantissima Lualdi. Tra le ospiti, come all'andata, Mlakar e Lorber le migliori con 9 punti a testa. Con la conquistata qualificazione la UYBA approda ai playoff, turno di andata e ritorno che precederà i regolari quarti di finale in cui rientreranno in gioco quattro squadre eliminate dalla Champions League. Ai playoff la e-work affronterà il THY Istanbul di Marcello Abbondanza.

e-work BUSTO ARSIZIO - Nova KBM Branik MARIBOR 3-0 (25-11, 25-14, 25-17)

e-work BUSTO ARSIZIO: Degradi 10, Lloyd 4, Montibeller 4, Stigrot 9, Colombo 5, Zakchaiou 3, Zannoni (L), Bressan (L), Battista 10, Monza 3, Lualdi 8. Non entrate: Olivotto, Omoruyi. All. Musso.

Nova KBM Branik MARIBOR: Mlakar 9, Milosic 2, Pogacar, Stampar 3, Potokar 4, Lorber Fijok 9, Cikac (L), Lekse, Farkas, Ramic, Krajnc, Senekovic 1. Non entrate: Klajzar (L). All. Najdic.

CEV CHALLENGE CUP

La Reale Mutua Fenera Chieri ’76 perde i suoi primi set in Europa, ma dopo il 3-0 dell’andata vince anche la gara di ritorno col Panathinaikos, avanzando ai quarti della CEV Challenge Cup. Nella bolgia del S. Thomas di Marousi, le chieresi la spuntano al tie-break, chiudendo il discorso qualificazione sul parziale di 1-2 grazie alla conquista del primo e terzo set. Dopo aver vinto in scioltezza (14-25) un primo set sempre condotto, e perso 25-20 un secondo sempre in mano al Panathinaikos, le biancoblù faticano non poco a conquistare l’ambito pass in un terzo parziale lottato pallone su pallone. Risolutiva capitan Grobelna che in una delle fasi più delicate prende per mano la squadra, mettendo pure a terra il pallone del 19-25. Dal quarto set coach Bregoli dà spazio alle seconde linee, ma in campo è sempre partita vera. Il quarto parziale sorride al Panathinaikos che sul 21-20 trova l’allungo vincente (25-22), mentre nel tie-break Chieri è sempre avanti di un’incollatura e pone fine alla contesa sul 10-15. Migliori realizzatrici i due opposti, Anthouli (21 punti) e Grobelna (19). Nei quarti di finale la Reale Mutua Fenera Chieri ’76 se la vedrà con le olandesi dello Sliedrecht, che dopo aver vinto 0-3 l’andata con le danesi dell’Holte si sono aggiudicate pure il ritorno (3-1). Clicca qui per tutte le informazioni sulla partita.

 

Panathinaikos ATHENS - Reale Mutua Fenera CHIERI 2-3 (14-25, 25-20, 19-25, 25-22, 10-15)

Panathinaikos ATHENS: Chatziefstratiadou 8, Anae 18, Grothues 8, Papafotiou 3, Anthouli 21, Medic 10, Rogka (L), Palacio Mendoza, Merkouri, Nikologianni 3, Metaxa 1. Non entrate: Vasilantonaki, Politi (L), Arvanitopoulou. All. Kalmazidis.

Reale Mutua Fenera CHIERI: Cazaute 9, Bosio 4, Grobelna 19, Villani 17, Mazzaro 11, Weitzel 7, Spirito (L), Kone, Morello 1, Rozanski 4, Nervini 3, Storck 5. Non entrate: Fini (L), Butler. All. Bregoli.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù