CHAMPIONS LEAGUE. Fase a gironi: tris italiano con Civitanova, Perugia e Trento

ROMANENGO (CR). Nella terza giornata dei gironi di qualificazione le formazioni italiane vincono i rispettivi impegni

Di Redazione | Venerdì, 14 Gennaio 2022 09:10

La Lube Civitanova Marche


Impresa della Cucine Lube Civitanova nella terza giornata della Pool C di CEV Champions League maschile in Polonia sul campo dei campioni d’Europa. Nel mercoledì di coppa gli uomini di Chicco Blengini ribaltano i pronostici della vigilia e bagnano l’esordio nel nuovo anno solare con una vittoria alla Gliwice Arena per 3-2 contro i padroni di casa del Grupa Azoty Kedzierzyn-Kozle centrando il successo europeo numero 15 negli ultimi 17 incroci con i Club polacchi e riscattando la beffa al Golden Set del 2021 con lo Zaksa nei Quarti. Per due volte in vantaggio e sempre ripresa, Civitanova sfodera un tie break d’autore soffocando lo Zaksa e i fischi assordanti dei tifosi di casa.

 

Zaksa Kedzierzyn-Kozle – Cucine Lube Civitanova 2-3 (17-25, 25-16, 18-25, 25-22, 12-15)

Zaksa Kedzierzyn-Kozle: Kaczmarek 9, Rejno, Janusz 1, Kluth 0, Sliwka 16, Semeniuk 21, Smith 8, Shoji E. (L), Huber 16. N.E. Staszewski, Kalembka, Kozlowski, Zalinski, Banach. All. Cretu.

Cucine Lube Civitanova: Garcia 9, Marchisio, Balaso (L), Lucarelli 14, Zaytsev 3, Diamantini, Simon 19, De Cecco 4, Anzani 10, Yant 12. N.E. Sottile, Jeroncic, Penna. All. Blengini

 


Nella pool E vittoria la Sir Sicoma Monini Perugia in grande emergenza di organico sbanca il Burhan Felek Voleybol Salonu di Istanbul dopo un match combattutissimo e molto complicato. La formazione umbra ha battuto 3-0 i padroni di casa del Fenerbahce e conquistato tre punti importantissimi che tengono gli uomini di Grbic solitari in vetta alla classifica della Pool E. Tre set tutti molto equilibrati, con i bianconeri che pagano qualcosa nei meccanismi di gioco evidentemente poco rodati ma che non perdono mai la bussola e l’unità di squadra. Travica si affida spesso a Leon e Rychlicki. Il cubano ne mette 22 con 3 ace ed il 68% in attacco, il lussemburghese gioca in crescendo e chiude con 11 punti di cui 2 pesantissimi consecutivi che chiudono i vantaggi del secondo parziale.

 

Fenerbahçe HDI Istanbul – Sir Sicoma Monini Perugia 0-3 (24-26, 25-27, 22-25)

Fenerbahçe HDI Istanbul: Louati 12, Tumer 3, Unver 6, Mert (L), Erden, Hidalgo Silva 6, Sikar 5, Toy 19, Yatgin, Kaya 0. N.E. Gurbuz, Mousavi Eraghi, Batur, Stanicki. All. Castellani.

Sir Sicoma Monini Perugia: Anderson 11, Dardzans, Travica 1, Ter Horst 4, Giannelli, Plotnytskyi (L), Rychlicki 12, Leon 22, Russo 3, Mengozzi 7. All. Grbic.


Il cammino casalingo della Trentino Itas  prosegue a suon di vittorie per 3-0. Dopo la bella ed importante affermazione in tre set di un mese fa con il Fenerbahce, stasera alla BLM Group Arena sono stati i Campioni di Francia in carica del Cannes a lasciare velocemente strada ai gialloblù, che così in appena 58 minuti (partita della storia gialloblù più breve di sempre) hanno conquistato i tre punti in palio nel terzo turno della Pool E, posizionandosi secondo posto solitario in classifica nel girone. Il miglior risultato possibile per continuare ad alimentare speranze di qualificazione ed arrivare allo scontro diretto contro i turchi, in programma fra tredici giorni, con ottime credenziali. Per ottenerlo Kaziyski e compagni non hanno in verità dovuto faticare troppo; fra assenze e problemi di gioco, il Cannes non ha infatti mai opposto resistenza, lasciando spazio con un 25-13 periodico ai padroni di casa che hanno messo in mostra ottimi numeri: 11 muri, 9 ace (a fronte di appena cinque errori) ed il 59% in attacco, ben diretto da Riccardo Sbertoli in regia. Il palleggiatore ha vinto con merito il titolo di mvp, anche grazie ai tre muri e due ace messi a terra, per un totale di 7 punti personali. Molto bene si sono mossi anche Lisinac, Lavia e Podrascanin (9 punti a testa) e Michieletto, best scorer con 11 palloni vincenti.

 

Trentino Itas-As Cannes Dragons 3-0 (25-13, 25-13, 25-13)

Trentino Itas: Lavia 9, Michieletto 11, Podrascanin 9, Sbertoli 7, Kaziyski 6, Lisinac 9, Zenger (L); Pinali 5, D’Heer 1, Albergati. N.e. Cavuto e Sperotto. All. Angelo Lorenzetti.

As Cannes Dragons: Bregent 1, Koncilja 9, Gruvaeus 6, Cveticanin 9, Batak, Annicette 3, Mouiel (L); Demryurek, Tschupp, Gelinski. N.e. Sossenheimer, Klyamar, Wendt. All. Nikola Matijasevic.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù