NEWS. Ravenna-Torino: un terzo set da primato assoluto in serie A2

ROMANENGO (CR). Non poteva non balzare subito all'occhio, scorrendo i parziali della gara tra Olimpia Teodora e Cus Torino, giocata nel giorno di Pasqua

Di Francesco Jacini | Lunedì, 05 Aprile 2021 18:25

Una Conad Olimpia Teodora Ravenna da record


Il terzo set della gara tra ravennati e piemontesi è finito con un inconsueto, incredibile e ricco di pathos 42-40. Un punteggio molto più simile ad una gara della N.F.L., il famoso campionato americano di football, (42 punti sono l'equivalente di 6 touchdown con punto addizionale) che ad un set di volley. Il PalaCosta diventa il Giants Stadium di New York ed un finale da giganti con le padrone di casa annullano 6 palle set e sprecano 11 match point: quarantacinque minuti di orologio (un tempo di una partita di calcio) ed alla fine ci pensa Alessandra 'Devastator' Guasti a chiudere il discorso regalando la quarta vittoria consecutiva all'Olimpia Teodora. Tre punti, sorrisi ed il primo punto in serie A anche per Beatrice Giovanna e prosegue il momento magico della squadra di coach Simone Bendandi che, grazie ai tre punti ed alla sconfitta di Futura Volley a Montecchio Maggiore, rafforza il primato nella classifica della Pool Salvezza. Una bella (gradita) sorpresa dentro l'uovo, anzi una doppia sorpresa e manca poco per arrivare alla meta dei play off.

Questo terzo set, seconda le statistiche della Lega Pallavolo serie A femminile, è il parziale con più punti dell'intera stagione (il primato apparteneva al secondo set di Chieri-Scandicci, 34-32) della storia del recente del campionato di A2 (dal 1999 ad oggi ovvero quando hanno istituito il Rally Point System) e quarto, compresa la A1. Il record assoluto appartiene ad Edison Modena-Despar Perugia giocata il 3 febbraio 2002, terminato 48-46. Un primato che sta durando da diciannove anni e difficilmente battibile come l'8,95 di Mike Powell nel salto in lungo. Ma si sa che i record sono fatti per essere superati o no? Altra nota curiosa alcune (molte) protagoniste della gara pasquale del PalaCosta erano poco più che ragazzine.

Un'autentica Maratona pallavolistica, dunque, che ha regalato un onda energetica di emozioni allo stato puro. Maratona la pianura nella quale le truppe ateniensi del generale Milziade (Ravenna ha come capitano Ludovica Guidi) hanno fermato l'esercito persiano di re Dario I e la leggenda del soldato Filippide che ha percorso la distanza di 42 e 195 metri per dare il grane annuncio della vittoria alla polis di Atene. Era il 490 a.C. ed Atene sognava una Grecia libera dall'assalto persiano, nel 2021 l'Olimpia Teodora Ravenna può liberamente sognare la Pool Promozione e giocarsela sino in fondo in questa stagione per regalarsi nuove soddisfazioni e poter rientrare nell'Olimpo del volley italiano.

 

Questo articolo è dedicato alla memoria di Kurt Cobain (1967-1994) e Layne Stailey (1967-2002)

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù