SERIE B1. Il derby sorride nuovamente all’Esperia Cremona: Chromavis Abo sconfitta al PalaCoim

OFFANENGO (CR). Non riesce l’impresa alla Chromavis Abo, sconfitta in tre set sul campo amico del PalaCoim dall’Esperia Cremona nel derby che sanciva l’ultima giornata della prima fase, anche se le cremasche devono ancora affrontare i recuperi esterni sui campi di Almenno e Costa Volpino

Di Redazione | Lunedì, 29 Marzo 2021 13:15

Chromavis Abo Offanengo-Esperia Cremona (foto © Rossi)


Niente da fare per Porzio e compagne al cospetto delle gialloblù ospiti, capaci di piazzare in ogni parziale l’allungo decisivo per portare a casa la frazione, con un primo set più equilibrato e con seconda e terza frazione in bilico fino alla metà prima di importanti break dell’Esperia. Per Offanengo, si chiude il ciclo di derby della prima fase con un tabù rimasto in vigore fino alla fine, con gli zero punti conquistati nei quattro match contro la stessa Cremona e Ostiano. Nella metà campo cremasca, due le attaccanti in doppia cifra: l’opposta Giulia Visintini, top scorer con 16 punti, e la centrale Camilla Gerosa (12), mentre a brillare in casa-Esperia è stato soprattutto il trio laterale composto dall’opposta (ed ex di turno) Sara Lodi (14) e dalle schiacciatrici Giulia Decordi ed Erika Pionelli (15 punti a testa), quest’ultima nominata miglior giocatrice dell’incontro.

La Chromavis Abo scende in campo con Galazzo in palleggio, Visintini opposta, Porzio e Marchesi in banda, Rettani e Gerosa centrali e Colombetti libero. L’Esperia risponde con Arcuri-Lodi, con Decordi e Pionelli in banda, Brandini e Frugoni centrali e Zampedri libero. La partenza è buona per Offanengo, avanti 5-3 con un muro vincente, poi Pionelli suona la carica per le ospiti (6-11). Visintini accorcia le distanze per la Chromavis Abo (11-12, ma un errore in attacco locale rilancia l’Esperia (13-16). Capitan Decordi firma il +5 cremonese (14-19), anche se le cremasche vendono cara la pelle, come testimonia il contro sorpasso deciso dall’ace di Gerosa (20-19). Time out Magri, l’Esperia allunga (21-23), viene trascinata alla parità, poi chiude con Decordi e un’azione finale che ha suscitato le proteste della panchina di casa (23-25).

Nel secondo set, una delle due ex di turno, Sara Lodi, spinge subito avanti Cremona (4-9), mentre l’ace di Pionelli sancisce il 5-11. Come nel set precedente, Offanengo trova la forza per reagire, arrivando al -1 con il muro di Gerosa. Sul più bello, però, le padrone di casa si inceppano, così Cremona vola sul 14-19. Dentro la rientrante Cornelli per Marchesi, ma non basta: chiude Arcuri con l’ace del 17-25 che vale il 2-0 ospite. Nonostante la beffa subita, la squadra di Dino Guadalupi non demorde e riparte bene nel terzo set, conquistando il minibreak con il muro di Marchesi e l’ace di Visintini. Cremona risponde con il contrattacco (Decordi per il 9-10), con un braccio di ferro che dura grazie fino al 15-14. Qui, l’Esperia piazza l’allungo sfruttando due muri (15-20), Cremona vola sul 18-24, Offanengo ci prova fino al 20-24, poi chiude Decordi: 20-25.

 

Chromavis Abo Offanengo-Esperia Cremona 0-3 (23-25, 17-25, 20-25)

Chromavis Abo Offanengo: Porzio 5, Rettani 6, Visintini 16, Marchesi 3, Gerosa 12, Galazzo 2, Colombetti (L), Riccardi (L), Cornelli 1. N.e.: Zanagnolo, Fontanella, Provana, Rossi. All.: Guadalupi.

Esperia Cremona: Pionelli 15, Frugoni 7, Arcuri 1, Decordi 15, Brandini 8, Lodi 14, Zampedri (L). N.e.: Andreani, Bassi, Fiore, Ravera, Melgari, Martino. All.: Magri.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù