SERIE B2. Warmor, Flavia Canevali: “Lurano trasferta difficile. Seconda fase molto dura”

GORLE (BG). I successi di una squadra sono come un grande grattacielo o come una delle sette meraviglie del mondo antico. Si basano su fondamenta solide

Di Redazione | Martedì, 23 Marzo 2021 13:33

Flavia Canevali 


Tra tante grandi voci soliste della formazione arancionera la centrale Flavia Canevali con 90 palloni messia terra sta dando un contributo essenziale e fondamentale. Dopo sette gare giocate su nove di cui sei vinte, il secondo posto in classifica è un bilancio buono ma l’atleta bergamasca, scuola Don Colleoni Trescore Balneario, è consapevole che il viaggio nel futuro non sarà semplice. “Siamo felici per i risultati – spiega -, meno per il gioco. Purtroppo stiamo facciamo molti errori e fatica ad entrare in partita, abbiamo bisogno di un set di assestamento per trovare il ritmo. Siamo come un diesel ma la mancanza di continuità delle gare non ci aiuta”.

Nelle ultime tre stagioni la Wamor Gorle con la Soprano Flavia, 184 centimetri di sinfonia e sguardo che ricorda molto Xena, la principessa guerriera, ha costruito la sua forza (come si direbbe nelle stanze dell’Ordine del Jedi), promozione dalla C alla B2, primo posto da neopromossa la stagione successiva (con qualificazione alla Final Four di Coppa Italia) e nuovo campionato al vertice, di un gruppo solido e coeso. “Stiamo proseguendo il trend positivo della scorsa stagione. - spiego -. La differenza che un anno fa le avversarie potevano sottovalutarci quest’anno tutti ci stanno aspettando al varco ma cercheremo di replicare quanto di buono fatto. La situazione dei continui rinvii può dare fastidio in questto momento stiamo facendo fatica ma da un lato vedere che le altre squadre hanno la nostra situazione dove in una singola partita ci sono alti e bassi. Questo mi rasserena”.

Ultima gara della prima fase a Lurano. “Dovremo prendere la partita con la dovuta attenzione. All’andata siamo riuscite a vincere ma in casa loro sarà diverso hanno perso pochi punti, spingeranno molto in battuta. Noi non dovremo rilassarci”. Due recuperi contro Busnago (1 aprile) e Brembo (10 aprile, ipotesi) e poi uno sguardo verso l’orizzonte futuro della seconda fase dove Gorle è convinta di poter fare bene. “Pensavo che sarebbe stata più facile, sarà ostica ed impegnativa. Dovremmo tenere ben alte le antenne” conclude.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù