SERIE B MASCHILE. Il punto dopo la prima giornata della seconda fase

La seconda fase del girone B con le quattro squadre sarde ferme, è iniziata con dei risultati con il fattore campo rispettato, ma dove su alcuni di essi i padroni di casa hanno faticato parecchio per avere ragione dell’avversario

Di Redazione | Lunedì, 22 Marzo 2021 13:54

Bresso-Diavolo Rosa


Caronno Pertusella e Saronno hanno vinto in tre set con Vero Volley Monza e Gonzaga Milano, ma non sono state due passeggiate. Le altre due partite (Garlasco – Malnate e Bresso – Diavoli Rosa Brugherio) sono state altrettante, ma le squadre di Maranesi e De Marco sono dovute entrambi giocarsi cinque set e spuntarla al tie-break. I pavesi, avanti 2-0, hanno subito il ritorno del Malnate e riscattati poi al quinto set. Il Bresso, invece, ha subito e rischiato tanto contro i giovani diavoli di coach Daniele Morato poiché sono andati sotto 1-2 ed il tie-break è stato raggiunto e strappato dopo una quarta frazione vinta ai vantaggi (26-24).

Le parole dei tecnici Igor Galimberti (Saronno), Max Capitanio (Gonzaga Milano) e Massimiliano De Marco (Bresso) dopo i loro match.

Galimberti: “Il risultato camuffa la vera difficoltà affrontata nel match. Il Gonzaga non è stato mai domo ed attento in tutti i fondamentali. Una squadra che ha concesso davvero poco e lottato su ogni pallone.
Nel primo set siamo partiti molto bene con una ricezione e difesa molto positiva. Altrettanto nel periodo successivo complice qualche errore iniziale del Gonzaga che, una volta registrato i fondamentali, ha iniziato ad essere molto attento ed incisivo costringendoci all’errore. La mia squadra ha abbassato l’attenzione e ritmo, ma si è ricompattata sul 20 pari con Fontana e Carrara su buoni livelli in difesa e ricezione mentre Riva incisivo in attacco. Nell’ultimo set abbiamo giocato con un po' di tensione e disattenzione fino a metà set poi siamo ritornati a fare un gioco semplice e concreto che ci ha portati a chiudere il match”.

Capitanio: “Finalmente una buona prova, almeno in due set, dopo le ultime gare decisamente sotto tono. Dopo un primo set in cui siamo entrati in gara a punteggio ormai ampiamente compromesso, abbiamo tenuto il confronto con una squadra più attrezzata e capace di noi. Nel secondo e terzo, invece, li abbiamo persi con pochi punti di differenza. Con un servizio più incisivo, un attacco più efficace ed il contributo dei centrali abbiamo messo in difficoltà la squadra di casa e messo il risultato in discussione. Peccato che, ancora una volta, ci è mancata la precisione nei momenti decisivi per capitalizzare il buon rendimento dei due set. Ci auspichiamo di proseguire e migliorarci ancora per ottenere qualche soddisfazione in questo difficile girone di seconda fase.”

De Marco: “Partita che temevo di dover affrontare poiché i ragazzi dei Diavoli, oltre a conoscere alcuni di loro, sapevo essere molto forti e che non meritavano gli zero punti in classifica, ma soprattutto perché tutte le squadre giovanili, in questo periodo, iniziano ad ingranare. Dal punto di vista dell’attacco loro sono già di alto livello. Possono fare fatica se si è bravi a tenerli staccati da rete. Se non riesci a metterli in difficoltà in ricezione poi, come successo sabato, in attacco sono a volte imprendibili. È stata una partita complicata. Nel primo set siamo stati bravi a tenerli a distanza con la battuta, mentre quando è calata la nostra, e salita la loro, abbiamo fatto più fatica ad andare giù. Loro, invece, con buona ricezione hanno attaccato molto bene. Questo fino al terzo set poi nel quarto ci siamo trovati con l’acqua alla gola, ma siamo stati abili a reagire. Per riuscire a vincere ai vantaggi abbiamo dovuto giocare con il 67% in attacco che non è poco! Siamo stati bravi, ma non dovevamo neppure trovarci in quella situazione. Molto merito, però, è stata per la prestazione di Brugherio. Al tie-break siamo stati bravi a scalare subito un piccolo divario con un paio di decisioni arbitrali che ci hanno favorito. Sono contento di averla recuperata e vinta, ma dobbiamo essere più bravi nella gestione delle partite.”

 

Servizio a cura di Claudio Cornalba

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù