CHALLENGE CUP. Milano, la finale d’andata è tua: 3-2 in rimonta allo Ziraat

MILANO. L’Allianz Powervolley conquista il primo round dell’atto conclusivo: mercoledì 24 il ritorno decisivo in Turchia

Di Redazione | Giovedì, 18 Marzo 2021 06:40

L'Allianz Milano 


Buona la prima, con sofferenza: l’Allianz Powervolley Milano mette in archivio l’andata della finale della CEV Challenge Cup, battendo all’Allianz Cloud lo Ziraat Bankasi Ankara. 3-2 il risultato premia la squadra di coach Piazza, che in 2 ore e 12 minuti chiude la pratica. Prestazione di grinta e cuore per Powervolley nella sua prima storica finale, frutto del sacrificio messo in campo da Piano e compagni che hanno sofferto e, in rimonta, hanno portato a casa la vittoria.
Milano si aggiudica così il primo prezioso round del confronto, con il decisivo match che assegna il titolo in programma mercoledì 24 marzo in Turchia, dove i ragazzi di Piazza dovranno sbagliare meno di quanto fatto oggi. Servirà una prova determinata, perché lo Ziraat ha dimostrato di essere una formazione ostica.

Una prima finale ricca di fatica e sacrificio, ma anche di gioia e sorrisi quella che va in archivio all’Allianz Cloud: Milano soffre, subisce la veemenza fisica turca ma alla fine non sbaglia il primo match del duplico confronto con i turchi che mette in palio la CEV Challenge Cup e, con una prova d’orgoglio ricca di grinta, mette in cassaforte un risultato prezioso e determinante per l’assegnazione del trofeo. Se alla vigilia del match coach Piazza, tecnico dei meneghini, aveva detto “che Milano ha il 50% di possibilità di portare a casa il titolo”, ora questa percentuale si è leggermente alzata.

Non basta, tuttavia, per adagiarsi sugli allori, perché la sfida decisiva si giocherà ad Ankara (mercoledì 24 marzo, ore 16 italiane), dove tutto può succedere. Certo è che il 3-2 conquistato tra le mura amiche dell’Allianz Cloud ha dimostrato a Milano che l’avversario è ostico: lo Ziraat guidato in panchina da Medei ha dato del filo da torcere ai meneghini, che hanno faticato non poco nel primo e terzo set, salvo poi scrollarsi di dosso un pizzico d’emozione e giocare con vero cuore.
L’attenzione, pertanto, dovrà essere massima, come lo è stata nei momenti decisivi della finale di andata, in cui Piano e compagni hanno dimostrato in campo la qualità del gruppo e le potenzialità di squadra. Determinante la mossa di Piazza di giocare la carta Steve Maar a partire dal quarto set: il canadese ha tolto le castagne dal fuoco ed ha chiuso con 12 punti ed il 60% in attacco in due set e l’ace finale del match.

 

Allianz Powervolley Milano-Ziraat Bankasi Ankara 3-2 (22-25, 25-19, 18-25, 25-18, 15-9)

Allianz Powervolley Milano: Basic 1, Kozamernik 13, Daldello 0, Sbertoli 2, Maar 12, Weber 3, Patry 15, Piano 10, Ishikawa 9, Urnaut 8, Pesaresi (L). N.e.: Staforini (L), Meschiari, Mosca. All.: Piazza.

Ziraat Banasi Ankara: Atanasov 17, Ter Maat 27, Van Garderen 9, Bulbul 11, Yucel 0, Eksi 1, Gok 9, Bayraktar (L), Tosun 2, Eken 0. N.e.: Akkus, Kirkit, Ayvazoglu (L), Ertugrul. All.: Medei.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù