CHALLENGE CUP. Milano abbatte Kamnik e vola ai quarti di finale

MILANO. La gara secca valida per gli ottavi di CEV Challenge Cup è chiusa in 3 set dai padroni di casa

Di Redazione | Mercoledì, 09 Dicembre 2020 07:44

L'Allianz Powervolley Milano


Secco 3-0 per l’Allianz Powervolley Milano nella gara valida per gli ottavi di finale della CEV Challenge Cup. Il match andato in scena all’Allianz Cloud all’interno della bolla organizzata dalla società meneghina si è chiuso in 1 h e 10 minuti con i parziali 25-19, 25-18, 25-15 ai danni degli sloveni del Calcit Volley Kamnik. Piano e compagni ritrovano così subito la vittoria, anche se coach Piazza deve fare i conti con l’emergenza e le assenze dell’ultimo minuto, proponendo Mosca nell’insolito ruolo di finto opposto. Best scorer del confronto è stato il canadese Maar con 22 punti.

L’Allianz Powervolley inizia senza intoppi la propria corsa europea nella CEV Challenge Cup edizione 2020-2021. La gara valida per gli ottavi di finale della competizione, andata in scena all’Allianz Cloud all’interno della bolla organizzata dalla società meneghina, ha visto Milano imporre in tre set (25-19, 25-18, 25-15) il ko agli avversari del Calcit Volley Kamink. I padroni di casa staccano così il pass per i quarti di finale, che si giocheranno domani, sempre all’Allianz Cloud, contro i rumeni della Dinamo Bucuresti, che hanno inflitto un secco 3-0 ai bulgari del Mark Union Ivkoni Dupnitsa.

Il match europeo contro gli sloveni riconsegna immediatamente la vittoria a Milano, che riscatta la sconfitta al tiebreak di venerdì con Monza in campionato. Dall’altro lato della medaglia però coach Piazza deve fare i conti con le assenze dell’ultimo minuto, proponendo in partenza una formazione rivoluzionata con la diagonale di posto 2 composta da Sbertoli e Mosca, Maar e Basic schiacciatori in posto 4, Kozamernik e Piano al centro con Pesaresi libero. Inizio gara di ambientamento per il nuovo modulo di Piazza: i padroni di casa più volte provano la fuga con il +4 nella fase centrale (16-12), ma gli sloveni non mollano portandosi sul 19-18: lì arriva lo sprint meneghino guidato dal turno in battuta di Kozamernik per il 25-19 del primo set. Nella frazione successiva è Stephen Maar a trascinare la squadra con i suoi 8 punti e, sull’errore in attacco di Kamnik, Milano si porta sul 2-0 (25-18). Non c’è storia invece nell’ultimo parziale, con il dominio dell’Allianz Powervolley che chiude per il definitivo 25-15.

Partita che non ha vissuto di grandi emozioni e che è stata gestita dalla formazione meneghina che ha trovato in Maar il principale terminale offensivo della squadra. Per il canadese 22 punti, frutto di 15 attacchi (58%), 5 muri e 2 ace. Buon apporto anche per il francese Basic (9) con Sbertoli bravo a sollecitare tutti gli elementi in particolar modo il gioco al centro con Kozamernik e Piano che mettono rispettivamente a reperto 9 e 7 punti.

Post partita

A fine gara le parole del vice allenatore Marco Camperi fotografano il match: "Siamo sempre pronti con tutto lo staff a gestire le emergenze ed anche oggi lo abbiamo fatto. La squadra ha dimostrato di avere una grande disponibilità ed oggi i ragazzi sono entrati in campo molto concentrati ed attenti, sapendo che l’incontro avrebbe potuto nascondere delle insidie. Oggi direi che abbiamo provato una formazione mai allenata: domani sicuramente potremmo migliorare ancora su alcuni aspetti".


Allianz Powervolley Milano-Calcit Volley Kamnik 3-0 (25-19, 25-18, 25-15)

Allianz Powervolley Milano: Basic 9, Kozamernik 9, Daldello 0, Sbertoli 1, Maar 22, Piano 7, Mosca 4, Urnaut 0, Pesaresi (L). N.e.: Staforini, Meschiari. All. Roberto Piazza.

Calcit Volley Kamnik: Koz 2, Hribar (L), Bregar 2, Puric 5, Kosmina 8, Gasparini 7, Hebda 4, Brulec 1, Beravs 0, Stalekar 7. N.e.: Kolbucar, Jeroncic, Plot (L), Mujanovic. All. Jeroncic.

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù