IL PUNTO. Regione Lombardia sospende le attività agonistiche

ROMANENGO (CR). Gentili lettori, non è mio solito scrivere editoriali. Questa volta, vista la delicatezza del momento, ho ritenuto opportuno fare delle considerazioni

Di Francesco Jacini | Sabato, 17 Ottobre 2020 11:19

 

 

"Con l'ordinanza firmata ieri pomeriggio (17 ottobre 2020) dal presidente di regione Lombardia Attilio Fontana sono sospese sino al 6 novembre le attività pallavolistiche regionali e giovanili. Siamo in piena pandemia, questo lo sapevamo già, e questo ci può stare per fermare e contrastare il contagio dilagante con nuove misure restrittive. La Lombardia, anche per ragioni di densità di abitanti, è la regione più colpita dal covid-19.

La cosa che mi ha lasciato alquanto perplesso è stata la scelta di Fontana di non avvisare per tempo gli organi sportivi competenti (regolarmente eletti dalle società) come Coni, Federazioni, Leghe sulla scelta della sospensione temporanea dell'attività agonistica e degli allenamenti e, soprattutto, non avendo rispetto di tutte quelle società che, in questi mesi di precampionato, si sono prodigati con spese extra per l'igienizzazione, sanificazione degli impianti sportivi (aperti spesso tra mille difficoltà) e controllo della temperatura, stato di salute di staff tecnico, atleti e dirigenti quando la situazione economica ha dimezzato molto i budget a disposizione per proseguire l'attività sportiva.

Spesso (Fontana) si è lamentato del comportamento del Governo di Roma, criticando in maniera decisa il Premier (Conte), che non ascolta nessuno e di attuare scelte senza interpellare addetti ai lavori, opposizioni, lui si è comportato allo stesso modo con lo sport lombardo. Non pensando a chi vive di queste attività.

Al di là delle beghe politiche tra Stato e Regione sono convinto che dobbiamo resistere. Non è e non sarà un periodo facile, siamo in Guerra contro un nemico subdolo ed invisibile che ci colpisce indistintamente: il covid-19 ci sta mettendo in ginocchio ma dobbiamo farcela, servono altri sacrifici. Ma basteranno? Mi chiedo questo.
Nelle difficoltà, spesso, esce il meglio (o il peggio) di ognuno di noi. Speriamo il meglio".

Francesco Jacini

Direttore Baloo Volley

Tiramisù