GIOVANILI. Millenium, Ferruccio Perini fa il punto sulle Giovanissime

BRESCIA. La parola a Ferruccio Perini, coordinatore del gruppo delle Giovanissime, il punto della situazione dopo le prime tre settimane di attività. Dalla preparazione su sabbia al ritorno in palestra passando per i nuovi strumenti tecnologici applicati all’allenamento

Di Redazione | Giovedì, 17 Settembre 2020 08:54

 Ferruccio Perini

 

"Quest’anno, vista la situazione, abbiamo optato per una preparazione atletica all’aria aperta al Wake Paradise, occasione colta con grande entusiasmo dalle nostre giovani atlete – dichiara Ferruccio Perini, coach e coordinatore del gruppo u13/u14/u15 Millenium -. La sabbia è stata un ottimo strumento per rinforzare quelle articolazioni che nel nostro sport vengono sollecitate. I nostri allenatori Gabriele e Mattia hanno strutturato con grande maestria il lavoro dei due gruppi che si sono alternati dalla sabbia dei campi a quella esterna sfruttata per il rinforzo. La settimana seguente, invece, siamo potuti rientrare a pieno regime e in sicurezza nella nostra “tana” a San Polo riprendendo gli allenamenti indoor a pieno regime con lunghe fasi di gioco che hanno potuto ridare alle nostre atlete la gioia di riassaporare il piacere di giocare a pallavolo, sensazione che, purtroppo, mancava da tanto tempo. Abbiamo potuto rivedere tutte le nostre ricche evoluzioni tattiche riprendendo gradualmente lo stato di forma ottimale”.

Non solo allenamenti tradizionali e preparazione fisica per le giovanissime, ma anche tanta tecnologia grazie alla recente introduzione della telecamera e dei video applicati all’allenamento. “Stiamo utilizzando moltissimo il nuovo supporto riprese e video con il gruppo delle giovanissime – chiosa coach Perini - In particolare lo utilizziamo per mostrare modelli tecnici scelti all’occorrenza tramite la nostra applicazione Pointly con la quale possiamo selezionare video delle partite della nostra serie A1 e spiegare la tattica tramite lavagnetta del tablet mostrata a tutte sulla televisione. Infine, lo utilizziamo per dare la possibilità alle atlete, durante una precisa esercitazione, di rivedersi tramite un video ritardato, incrementando, così, il loro livello di percezione, aspetto fondamentale nell’apprendimento. Siamo solo all’inizio, chissà cosa riuscirà a creare ancora il nostro gruppo allenatori sempre pronto a sviluppare nuove metodologie per poter offrire il meglio a chi decide di venire a condividere la sua passione con noi".

 

Servizio a cura di Pierluigi Rudiani

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù