SERIE C. Zoo Green, coach Roberto Castorina: "Aspettiamo chiarimenti su quando partire"

CAPERGNANICA (CR). In attesa che l'attività agonistica riprenda con la preparazione il tecnico soresinese alla quinta stagione in neroverde risponde ad alcune domande sul futuro immediato della squadra

Di Redazione | Giovedì, 20 Agosto 2020 07:48

Coach Roberto Castorina

 

Il roster è cambiato poco, puntando sulle giovani. Sarà il gruppo la forza della squadra?

"Più che cambiato poco direi puntellato laddove era necessario intervenire: causa 2 ritiri per scelte personali, abbiamo inserito un palleggiatore giovane ed approfittato della disponibilità di Irene Pizzamiglio, "vecchia" ed importante pedina già conosciuta a Capergnanica; dopodiché abbiamo inserito 2 giovani bande molto interessanti, con l'obiettivo di arricchire quantitativamente il nostro parco attaccanti (da 5 a 6) e migliorare il nostro rendimento in ricezione/difesa. È su questi 2 fondamentali che abbiamo bisogno di migliorare; ciò in quanto, non potendo permetterci attaccanti "di peso e di grido", dobbiamo cercare di sfruttare maggiormente la velocità e l'imprevedibilità nella distribuzione del gioco, qualità di cui dispone la nostra prima linea".

 

Come vedi la prossima stagione in attesa che arrivino i nuovi protocolli sanitari?

"Brancoliamo ancora nel buio purtroppo, nonostante si conosca da tempo la data ufficiale dell'inizio del campionato, ancora non sappiamo se è quando potremo iniziare la preparazione... La mia idea è di cominciare il 31 agosto, se non in palestra almeno all'aperto, ma giustamente Maurizio attende maggiori chiarimenti in merito ad alcuni punti del protocollo, in particolare alla responsabilità penale del presidente al "quando e quanto" sanificare nel corso della giornata; senza dimenticare poi la disponibilità della palestra e le problematiche legate all'inizio del campionato, presenza di pubblico e trasferte in pullman soprattutto".

 

Secondo te Capergnanica dove potrà arrivare?

"Ipotizzando di aver centrato in pieno il mercato in entrata, e di poter cominciare a lavorare secondo le mie previsioni, ci auguriamo di poter svolgere un campionato tranquillo, senza particolari obblighi di dover andare ai playoff ma nemmeno io rischio di essere coinvolti nella zona salvezza. Come ho detto prima, se riusciremo a migliorare le carenze dello scorso anno, penso che potremo toglierci delle soddisfazioni e, allo stesso tempo, far crescere le nostre giovani".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù