SERIE A2. Futura Volley, la schiacciatrice diciottenne Elisa Vecerina è l'ultima 'cocca'

BUSTO ARSIZIO (VA). Il dodicesimo annuncio ufficiale chiude il roster per la prossima stagione

Di Redazione | Martedì, 30 Giugno 2020 06:48

Elisa Vecerina


Il posto 4 piemontese, classe 2002 e alta 181 centimetri, si è avvicinata al mondo della pallavolo a 11 anni: a poca distanza dall’esordio sul terreno di gioco, ecco l’approdo ad una delle società di riferimento del movimento regionale, ossia la Igor Volley di Trecate. Nella società satellite giovanile della Igor Novara Elisa cresce, togliendosi anche diverse soddisfazioni: la squadra è ai vertici provinciali sia in Under 14 che in Under 16, conquistando anche la seconda piazza regionale U16 nel 2016/17 e il titolo piemontese nel 2017/18.

Proprio nel 2018 Trecate partecipa alle finali nazionali, piazzandosi all’ottavo posto. Il passaggio in Under 18 coincide con l’inserimento nel roster trecatese impegnato in serie B2: il 2018/19 rappresenta, per Vecerina e per la giovane Igor, un anno letteralmente d’oro. Il percorso giovanile non si ferma al titolo provinciale e regionale, ma prosegue fino all’ultimo atto della finale nazionale: dopo aver superato la Unet-eWork ai quarti di finale e la Anderlini Modena in semifinale, la Agil si arrende solo al tiebreak in finale contro l’implacabile Volleyrò Casal de’ Pazzi.

In B2, invece, l’avventura vincente giunge fino in fondo: con due giornate di anticipo Trecate, composta totalmente da atlete under, conquista la promozione nella terza serie nazionale. Elisa conclude così l’esperienza trecatese, aggregandosi alla Union Volley Jesolo nel 2019/20 per disputare Serie B2 e Under 18; il campionato si interrompe dopo 15 turni giocati, ora è il momento di ricominciare a giocare con la maglia biancorossa.

Quali sono le tue emozioni per questa nuova avventura?

"Innanzitutto devo dire che, oltre a essere contentissima, sono molto carica per l’inizio della prossima stagione! Certo, da un lato sono anche un po’ preoccupata perchè passare da una Serie B2 a una Serie A2 è un salto enorme; però so che questo sarà un anno importante per la mia crescita e sono felice che la Futura abbia puntato su di me".

Cosa ti aspetti dalla prossima annata, sia a titolo personale che di squadra?

"Sicuramente mi aspetto di migliorare in ogni reparto, sia dal punto di vista tecnico che da quello della personalità. Dopo il percorso giovanile alla Igor e l’esperienza a Jesolo, questo sarà il primo anno in cui giocherò con ragazze più grandi di me: spero di integrarmi al meglio, ma sono certa che le nuove compagne sapranno darmi importanti consigli. Per quanto riguarda il team, invece, mi aspetto innanzitutto un bel gruppo unito: e le premesse, da quel che ho potuto vedere, sono ottime".

Come stanno proseguendo i tuoi studi? Hai degli hobby oltre la pallavolo?

"Ho completato il quarto anno del liceo delle scienze umane: finora ho frequentato tre anni a Novara e uno a San Donà, per il prossimo anno scolastico sto ancora decidendo la scuola insieme ai miei genitori. Devo dire che, oltre alla pallavolo e agli studi, non mi resta tantissimo tempo libero: ho dei momenti di svago, ma non posso dire di avere un hobby in particolare… Questi due “mondi” mi assorbono quasi al 100%".

 

Servizio a cura di Pierluigi Rudiani

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù