SERIE A1. Eleonora Fersino, un libero mondiale per la Zanetti

BERGAMO. Sarà la campionessa del Mondo in carica il nuovo libero rossoblù

Di Redazione | Lunedì, 29 Giugno 2020 13:56

 

 

Veneta, classe 2000, Eleonora ha conquistato il Mondiale per Club e la Coppa Italia nella scorsa stagione con Conegliano. Con l’Imoco ha all’attivo anche due Supercoppa italiane e uno Scudetto. “Sono molto contenta di aver ricevuto la proposta di Bergamo. E’ una società importante e storica che ha sempre fatto bene e sono davvero felice di avere l’opportunità di farne parte”.

Due anni a Conegliano le hanno insegnato a vincere, tra le altre cose. “Ho fatto tantissima esperienza anche se non ho avuto un ruolo da protagonista. Ho vissuto tante belle partite e tante emozioni in campo che credo mi abbiano fatto crescere molto anche a livello caratteriale e mi hanno fatto acquisire una certa sicurezza. Sono stati due anni che mi sono serviti tantissimo anche grazie a De Gennaro. Penso di avere imparato e aver avuto la possibilità di vivere bellissimi momenti”.

Ora però tutto cambia. Eleonora Fersino è pronta a un ruolo da protagonista “Titolare? Un onore e un prestigio. Dopo due anni, avevo voglia di mettermi in gioco e ritagliarmi un ruolo da protagonista”. Un pensiero anche all’azzurro? “La Nazionale? E’ sempre un obiettivo perché è sempre un onore ricevere una chiamata, sarebbe una bella soddisfazione. Ora però penso a Bergamo. Tutti me ne hanno sempre parlato bene. Oltre che è una società storica, e questo lo sapevo anch’io, mi hanno detto di una società organizzata, molto professionale, in cui si lavora bene. Le atlete stanno tranquille in questo ambiente".

E fuori da campo? Che cosa tiene impegnata Eleonora? “Sono iscritta all’università di Scienze Motorie. Sono ancora al primo anno. Mi piace uscire con gli amici e passare il tempo con la mia famiglia e poi seguo un po’ tutti gli sport, dal calcio al basket e il tennis in particolare”.

 

Servizio a cura di Pierluigi Rudiani

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù