BALOO VOLLEY IN TOUR 3.0. Conosciamo Imola, i motori che accendono la passione della pallavolo

Terra pianeggiante con la passione dei motori. Baloo Volley 3.0 vi racconta Imola, provincia di Bologna

Di Redazione | Mercoledì, 24 Giugno 2020 12:06

La Rocca Sforzesca


Comune di circa 70000 abitanti Imola è situata lungo la via Emilia nel punto in cui la Valle appenninica del fiume Santerno (lungo 99 km che nasce al Passo della Futa) sfocia nel fiume Reno). Il territorio è per lo più pianeggiante eccetto una parte collinare nella zona meridionale, la città era anticamente chiamata Forum Cornelli dopo che il dittatore romano Lucio Cornelio Silla la fondò intorno all'82 avanti Cristo.

La città divenne il centro dell'agricoltura del commercio il nome attuale deriva la locuzione Castrum Imolae usata per la prima volta nel VII secolo per indicare l'insediamento sul monte Castellaccio successivamente il nome passò alla città stessa nella guerra gotica. Dopo l'invasione dei Longobardi la città fu alternativamente governata dai Bizantini e dai Longobardi con l'esarcato di Ravenna, Imola passò sotto l'autorità Papale. Nel IX secolo fu coraggiosamente difesa contro i Saraceni e gli Ungari da Fausto Alidosi (la famiglia Alidosi è originaria del Santerno che si poteva fregiare del titolo Signori di Imola) nei primi secoli dopo l'anno mille si susseguiranno guerre contro i ravennati i faentini ed i bolognesi nella disputa tra l'Imperatore ed il Papa.

Imola fu generalmente Ghibellina sebbene essa ritornò spesso al Papa Benedetto XII consegnò la città ed il suo territorio a Lippo II Alidosi il quale venne anche insignito del titolo Vicario Pontificio. Il potere rimase alla famiglia Alidosi fino al 1424 quando il condottiero Angelo della Pergola l'ha prese quella forza. Nel 1797 le forze rivoluzionarie francesi insediarono un governo provvisorio dopo la parentesi Austriaca del 1799, nel 1800 fu annessa alla Repubblica Cisalpina dopo la Restaurazione tornò sotto lo Stato Pontificio nel 1859.

In seguito ai plebisciti di annessione al Regno di Sardegna dopo la creazione del Regno d'Italia nel 1861 vennero abolite le legazioni sostituite dalle province, la città con i paesi della vallata del fiume Santerno fu tolta a Ravenna per essere annessa alla provincia di Bologna di cui fa parte tutt'ora.

Famoso è l'autodromo intitolato ad Enzo e Dino Ferrari. Inaugurato nel 1953 ha ospitato il Gran premio d'Italia di Formula 1 nel 1980 e per ventisei edizioni del Gran premio dì San Marino (dal 1981 al 2006). Ha ospitato anche alcune gare del Motomondiale. Per quanto riguarda il record del circuito con le automobili è stato segnato da Michael Schumacher il 25 aprile 2004 sulla Ferrari F2004 con il tempo di 1'20'411 mentre con le motociclette il record della pista lo ha segnato l'inglese Charles Davis il 13 maggio 2017 su Ducati Panigale R con il tempo di 1'45'662.

Nel volley Imola in passato ha partecipato ai campionato di serie A. Dal 1994 al 2003 ha fatto un saliscendi tra A2 e A1. Attualmente la società principale è la Csi Clai, al termine della stagione 2018/2019 è stata promossa in B1, dopo aver dominato il campionato. Pallavolista famosa è la schiacciatrice di Sofia Devetag.

 


BALOO VOLLEY IN TOUR 3.0

1) Conosciamo Settimo Torinese 2) Conosciamo Palau, la pallavolo sulla Costa Smeralda 3) Conosciamo Cesena, e la rocambolesca promozione in B1 4) Conosciamo Pisogne e la pallavolo sul Lago d'Iseo 5) Conosciamo Ospitaletto, la pallavolo alle porte di Brescia 6) Conosciamo Monticelli Brusati, il volley splendente in Franciacorta

 

 

Servizio a cura di Marco Boldini

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù