BALOO VOLLEY IN TOUR. Conosciamo Ariccia, gli Scudetti nei dintorni dell'Urbe

Riprendiamo il nostro viaggio virtuale in questa occasione la nostra fantasia ci portan visitare Ariccia, regione Lazio, provincia di Roma

Di Redazione | Mercoledì, 20 Maggio 2020 08:05

Panorama di Ariccia


Comune di circa 18600 abitanti ricetta è una delle località più conosciute dei castelli Romani (insieme di Paesi dei Colli Albani a breve distanza da Roma) sia per la rilevanza turistica del complesso monumentale chigiano e per l'importanza storica ed architettonica delle opere del Bernini. Venne fondata in epoca imprecisata senz'altro prima di Roma sì ipotizza la data nel 2752 avanti Cristo Ariccia fu un importante città della Lega Latina teatro nel 505 avanti Cristo della battaglia di Ariccia (scontro campale tra le truppe etrusche e le forze congiunte dei latini e dei Greci di Curna). Nel 338 avanti Cristo sciolta la Lega Latina ottiene la cittadinanza romana il territorio aricino fu attraversato a partire dal 312 dalla via Appia antica, diventando la prima stazione di sosta.

Con il progressivo abbandono di Ariccia andò consolidandosi nuovo abitato posto sul colle dell'Antica Agropoli aricina alla fine del decimo secolo l'abitato andò sotto il dominio dei Conti di Tuscolo (sono stati una potente famiglia baronale romana) come una gran parte dei Colli Albani nel 300 Ariccia fu praticamente spopolata belle 1399 risulta annessa alla castellania di Genzano di Roma anche essa possedimento della camera apostolica. Nel 400 si perdono le tracce del feudo che nel 1463 risulta sotto il dominio dell'Abbazia di Santa Maria Grottaferrata (chiesa bizantina sede dell'ordine Basiliano italiano di Grottaferrata) il 15 maggio 1633 venne solennemente consacrato il santuario di Santa Maria di Galloro (uno dei santuari Mariani più importanti della regione Lazio) retto dal 1631 dalla congregazione vallombrosana (comunità di monaci benedettini fondata 1039). I Savelli che si ritrovarono in cattive condizioni economiche furono costretti a vendere il feudo ai Chigi (importante famiglia nobile di origine senese) nella persona del cardinale Flavio Chigi, nipote di Papa Alessandro VII tra il 1661 ed il 1665, fu completata la costruzione della collegiata di Santa Maria Assunta di Palazzo Chigi e di altri edifici del complesso monumentale i lavori di abbellimento furono eseguiti da Gian Lorenzo Bernini.

Nel 1816 i Chigi rinunciarono al dominio feudale su Ariccia pur conservandovi tutte le loro proprietà facendo un enorme passo in avanti storico durante la seconda Guerra mondiale il centro storico fu bombardato per la prima volta il primo febbraio 1944 durante la guerra i tedeschi fecero saltare il ponte di Ariccia il santo patrono della città Sant'Apollonia si festeggia il 9 febbraio 3 piatti tipici del territorio annoveriamo la porchetta piatto a base di carne di maiale cotta dal 14 giugno 2011 ha ottenuto a livello europeo la denominazione IGP ( indicazione geografica protetta).

Ariccia è salita alla ribalta del volley nazionale quando nel 1975 e nel 1977 (con il nome FederLazio e trasferimento della sede a Roma) ha conquistato lo Scudetto del campionato maschile. Allora non erano previsti i play off perciò hanno vinto al termine della regular season, epico il primo tricolore con 25 vittorie in 26 gare dove ha preceduto Torino. Negli anni '80 è iniziato il progressivo declino della squadra ma nella storia della pallavolo Ariccia resterà la squadra che ha portato lo Scudetto nei dintorni dell'Urbe.

 


BALOO VOLLEY IN TOUR

Per conoscere la prima parte di Baloo Volley In Tour. 1) Conosciamo Cremona, la città all'ombra del Torrazzo 2) Conosciamo Parma, i grandi successi della città Ducale 3) Conosciamo Reggio Calabria, la pallavolo sulla punta dello Stivale 4) Conosciamo Torino, il volley all'ombra della Mole 5) Conosciamo Matera, il forte legame tra la città dei Sassi e la pallavolo 6) Conosciamo Crema, città di cultura, cosmesi e pallavolo 7) Conosciamo Spoleto, la città nativa dello Zar Ivan 8) Conosciamo Castellana Grotte, faro della pallavolo nelle Murgie 9) Conosciamo Bolzano, i tesori pallavolistici tra le Dolomiti 10) Conosciamo Roma, come è nata la Città Eterna 11) Conosciamo Falconara Marittima, il volley sulle sponde dell'Adriatico 12) Conosciamo Agrigento, la pallavolo dalla Valle dei Templi 12) Conosciamo Catania, quando gli Scudetti parlavano siciliano 13) Conosciamo Treviso ed un'irripetibile storia pallavolistica 14) Conosciamo Santa Croce sull'Arno, l'orgoglio del volley pisano 15) Conosciamo Asti ed un volley tutto spumeggiante 16) Conosciamo Mantova, il volley decantato dal sommo poeta Virgilio 17) Conosciamo Orvieto, il volley nel segno Agricola Zambelli 18) Conosciamo Sala Consilina, il volley col nome di Antares 19) Conosciamo Bologna e la pallavolo secondo San Petronio 20) Conosciamo Montichiari, la tradizione del volley bresciano 21) Conosciamo Jesi, un decennio nel volley di vertice 22) Conosciamo Tortolì e la prima volta della Sardegna nel volley di serie A1 23) Conosciamo San Donà di Piave, quando il volley entra nella storia 24) Conosciamo Manerbio, storie di volley in provincia 25) Conosciamo Frosinone, poche ma intense stagioni nell'Olimpo del Volley 26) Conosciamo Romanengo, quando il volley (e non solo) colora la campagna 27) Conosciamo Vicenza, il volley progettato da Palladio 28) Conosciamo Bari, il primo tricolore del Sud Italia 29) Conosciamo Desenzano del Garda, il volley che ha sfiorato la promozione nei tornei nazionali 39) Conosciamo Reggio Emilia, la pallavolo che accende il Tricolore 40) Conosciamo Ancona, la pallavolo sulle sponde del Conero 41) Conosciamo Lodi, la pallavolo nella Città del Guerriero 42) Conosciamo Napoli, i miracoli della pallavolo secondo San Gennaro

Tiramisù