BALOO VOLLEY IN TOUR. Conosciamo Frosinone, poche ma intense stagioni nell'Olimpo del Volley

Benvenuti all'ennesimo appuntamento del nostro viaggio virtuale in questa occasione Baloo volley in tour fa tappa ne Lazio

Di Redazione | Giovedì, 07 Maggio 2020 07:34

Scorcio panoramico di Frosinone


Più precisamente a Frosinone in Ciociaria, comune con circa 46 mila abitanti. I primi ritrovamenti in presenza di vita sul territorio frosinate come manufatti in pietra risalgono al neolitico circa 250 mila anni fa testimoniano antichi insediamenti nella zona nel 306 avanti Cristo. La città fomentò insieme alla Lega Etnica ( Alleanza politico-militare) una ribellione al dominio di Roma come punizione il suo territorio fu ridotto di un terzo fu saccheggiata i capi della rivolta deportati a Roma e pubblicamente decapitati fu inseguito devastata dalla avanzata di Annibale lungo la via Lattina (strada romana che da Roma andava in direzione sud-est per circa 200 km).

Durante la dominazione romana fu municipio con diritto di voto in epoca imperiale divenne Colonia e parte delle sue Terre vennero assegnate ai veterani per contrastare il progressivo spopolamento molti scrittori antichi ricordano la Città per le virtù dei suoi abitanti. Frosinone fu distrutta più volte dalle invasioni barbariche ma rimase sempre sotto il dominio di Roma la sua funzione era principalmente agricola del 200 gli Anagnini tentarono il dominio ma aveva l'appoggio papale che rese inoffensivi gli Anagni nel 500 La città fu devastata dai Lanzichenecchi (soldati mercenari di fanteria arruolati dalle Legioni tedesche) che vi portarono la peste.

Immediatamente seguiti dalle truppe francesi e fiorentine Papa Pio IX a seguito di una visita nel frusinate in treno promise alla popolazione La costruzione di un acquedotto per portare acqua corrente in città acquedotto costruito con i finanziamenti del papà fu terminato ed inaugurato nel 1869 Frosinone fu sottratta allo Stato pontificio ed annessa al Regno d'Italia nel ‌1870. Dopo l'annessione al Regno d'Italia la città conobbe un rinnovamento Frosinone rimase sede della sottoprefettura dal 1871 al 1926 nel 1927 venne istituita dal regime fascista la provincia di Frosinone sottraendo comuni alla provincia di Roma e di Caserta, Frosinone conobbe così un nuovo sviluppo economico sociale le ultime d'istruzioni alla città furono inflitte durante la seconda Guerra mondiale con 56 bombardamenti che durarono dal 11 settembre 1943 a tutto maggio 1944. Il 31 maggio del 1944 entrarono Frosinone i soldati canadesi quali mandavano un messaggio al comando " la città è vuota e in rovina"distrussero 80% nella città ci furono tanti senzatetto molti morti e molti feriti.

L'economia della città è oggi soprattutto legata all industria e commercio a partire dagli anni sessanta sì sviluppò un importante polo industriale che fa parte del sistema produttivo locale chimico farmaceutico del Lazio tra le multinazionali presenti nel territorio abbiamo la Motta e la Domopack nelle piccole e medie imprese segnaliamo il settore orafo dell'abbigliamento e dell'arredamento nella gastronomia del territorio da segnalare ci sono diversi vini DOC (di origine controllata) e DOCG (denominazione di origine controllata e garantita) tra cui il Ceranese del Piglio ed il Cabernet di Atina tra i formaggi il pecorino di Picinisco DOP( di origine protetta) e tra gli ortaggi il fagiolino cannellino di Atina DOP (di origine protetta)

La IHF Frosinone raggiunge la serie B1 nella stagione 2010-11: il primo posto in classifica al termine della regular season consente alla squadra di accedere alla serie A2 per la stagione 2011-12, condotta in modo mediocre; diversamente invece è l'annata 2012-13 dove vince la Coppa Italia di categoria e si qualifica per i play off promozione venendo sconfitta in semifinale da Ornavasso. La rinuncia di alcune squadra a partecipare alla Serie A1 2013-14 consente al club di Frosinone di essere ripescato nella massima categoria: la prima stagione si conclude con una tranquilla salvezza; tuttavia al termine di questa, la società cede il titolo sportivo alla Pallavolo Scandicci e la società si dedica esclusivamente all'attività giovanile. In quegli anni ha vestito la maglia bianconera anche Simona Gioli.

 


BALOO VOLLEY IN TOUR

Per conoscere la prima parte di Baloo Volley In Tour. 1) Conosciamo Cremona, la città all'ombra del Torrazzo 2) Conosciamo Parma, i grandi successi della città Ducale 3) Conosciamo Reggio Calabria, la pallavolo sulla punta dello Stivale 4) Conosciamo Torino, il volley all'ombra della Mole 5) Conosciamo Matera, il forte legame tra la città dei Sassi e la pallavolo 6) Conosciamo Crema, città di cultura, cosmesi e pallavolo 7) Conosciamo Spoleto, la città nativa dello Zar Ivan 8) Conosciamo Castellana Grotte, faro della pallavolo nelle Murgie 9) Conosciamo Bolzano, i tesori pallavolistici tra le Dolomiti 10) Conosciamo Roma, come è nata la Città Eterna 11) Conosciamo Falconara Marittima, il volley sulle sponde dell'Adriatico 12) Conosciamo Agrigento, la pallavolo dalla Valle dei Templi 12) Conosciamo Catania, quando gli Scudetti parlavano siciliano 13) Conosciamo Treviso ed un'irripetibile storia pallavolistica 14) Conosciamo Santa Croce sull'Arno, l'orgoglio del volley pisano 15) Conosciamo Asti ed un volley tutto spumeggiante 16) Conosciamo Mantova, il volley decantato dal sommo poeta Virgilio 17) Conosciamo Orvieto, il volley nel segno Agricola Zambelli 18) Conosciamo Sala Consilina, il volley col nome di Antares 19) Conosciamo Bologna e la pallavolo secondo San Petronio 20) Conosciamo Montichiari, la tradizione del volley bresciano 21) Conosciamo Jesi, un decennio nel volley di vertice 22) Conosciamo Tortolì e la prima volta della Sardegna nel volley di serie A1 23) Conosciamo San Donà di Piave, quando il volley entra nella storia 24) Conosciamo Manerbio, storie di volley in provincia

 

Servizio a cura di Marco Boldini

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù