EVENTI. Happy Beach, Alberto Viti: "Entro la fine di giugno la decisione se rinviare al 2021"

CASTELLEONE (CR). Le attività lavorative sono, via via, in ripresa in quella che viene definita la Fase 2. C'è da guardare al futuro, tenendo conto che ci sono molto fattori etici, economici e sanitari da valutare con estrema attenzione

Di Francesco Jacini | Giovedì, 07 Maggio 2020 09:42

I campi dell'Hapyy Beach ed Alberto Viti


Gli eventi estivi sono a rischio cancellazione e possibili rinvio al 20201. L'Happy Beach, t'appuntamento classico che dal 2011 allieta l'estate, diventato un punto di riferimento per tutti gli appassionati non solo castelleonesi (l'ultimo edizione ha visto partecipanti da fuori Lombardia come Chiara Scarabelli da Piacenza, ex azzurrina Campionessa del Mondo, ed Alice Giampietri da La Spezia, libero dell'a Chromavis Abo Offanengo con un passato in serie A), è in calendario ma il futuro dell'organizzazione è ancora incerta, appesa ad un filo, ovviamente legato a come evolverà in positivo il contenimento della pandemia e la convivenza con il Covid-19. La data fissata sarebbe stato l'ultimo week end di luglio. Nel 2019 le squadre iscritte sono state ben 45.

Castelleone, quarta città della provincia di Cremona per numero di abitanti, è stata particolarmente colpita con oltre 400 contagiati. Nel periodo di quarantena i ragazzi dell'Associazione culturale Il Borgo sports & events non si sono persi d'animo ed hanno dato il loro contributo alla comunità come illustra Alberto Viti. "Abbiamo comprato le mascherine e le abbiamo distribuite con offerta volontaria. Il ricavato, 16 mila euro, è stato devoluto alla Brunenghi e alla Croce Verde, e 4500 per la consegna della pizza a domicilio in collaborazione Don Felipe". Beneficenza e voglia di aiutare i più bisognosi all'interno di una comunità sensibile e d attenta come quella di Castelleone. "Abbiamo iniziato dopo quindici giorni dall'inizio del lock down - prosegue - ed abbiamo fatto da traino per altre associazioni e per aiutare la popolazione. I primi giorni sono stati quelli più drammatici, soprattutto quando squillava il telefono: tanta gente che conoscevamo se ne è andata e non c'è stato modo di salutarle".

Viti guarda al futuro prossimo all'edizione numero dieci, la 'decima' come è stata denominata. "Non dipende da noi - spiega - siamo come tutti in attesa degli eventi futuri perciò non sappiamo ancora nulla di preciso - spiega -. Stiamo facendo incontri su Zoom e Skype ed in noi ce la voglia di dire 'facciamo subito' ma dobbiamo essere realisti pensando anche ad una questione etica; ci sono tanti fattori che non dipendono da noi. La Run 4 Sla è stata rimandata e valuteremo come trovare altre soluzioni per raccolte benefiche. Per quanto riguarda l'Happy Beach aspettiamo quando potranno esserci le condizioni per un ritorno alla normalità. Valuteremo la situazione a fine giugno, se ci sarà uno spiraglio, anche tenendo conto che nostri partner bar, ristoranti non stanno lavorando da mesi. Ribadisco non dipende solamente da noi e siamo, come tutti, in attesa di novità. Altrimenti vedremo, sempre quando la situazione sanitaria lo permetterà, di fare qualcosa di più snello".

L'Happy Beach 2020 potrebbe essere spostata al 2021. "Se così sarà non sarà più l'edizione numero dieci ma la nove più uno. Primo step sarà tornare alla nostra normalità come l'avevamo lasciata prima della pandemia del coronavirus" conclude Viti.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù