BALOO VOLLEY IN TOUR. Conosciamo Bologna e la pallavolo secondo San Petronio

Nuovo appartamento per Baloo Volley In Tour. In questa puntata voliamo in una delle città più belle è più grandi del nostro bel Paese

Di Redazione | Venerdì, 01 Maggio 2020 06:52

Bologna


Stiamo parlando di Bologna, capoluogo di provincia e di regione dell'Emilia Romagna con i suoi trecentonovantamila abitanti circa é il settimo comune più popolato d'Italia. E' sede dell'università più antica del Mondo occidentale (undicesimo secolo) nota per le sue torri nel tempo di maggior fioritura se ne contarono fino a cento ora ne sono rimaste ventidue la più famosa è la torre degli Asinelli eretta secondo la tradizione tra il 1109 ed il 1119 dal nobile Gherardo Asinelli la torre è alta 97,20 metri pende verso ovest ed al suo interno contiene una scalinata di 498 scalini è situata in Piazza dì porta Ravegnana.

Nel corso del tredicesimo secolo molte torri vennero demolite o crollarono ed i suoi Portici rappresentano un importante simbolo architettonico e culturale per la città raggiungono i cinquantatre chilometri per via della loro rilevanza storico culturale i portici bolognesi sono un bene culturale Italiano candidato come patrimonio dell'umanità dall'UNESCO. Possiede un bel centro storico tra i più estesi d'Italia la città fu un importante centro urbano dapprima sotto gli Etruschi ed i Celti poi sotto i Romani capitale settentrionale dello Stato Pontificio a partire dal cinquecento ebbe un ruolo molto importante durante il Risorgimento. Durante la Seconda Guerra Mondiale fu un importante centro della Resistenza Bologna è un importante nodo di comunicazioni stradali e ferroviarie risiedono importanti industrie alimentari ed elettroniche è sede di uno dei quartieri fieristici più avanzati d'Europa nel 2000 è stata eletta capitale europea della cultura mentre nel 2006 città della musica UNESCO.

A Bologna nel nono secolo avanti Cristo sì registrano insediamenti di rilievo la zona dove oggi sorge Bologna era occupata da nuclei di persone dall'età del Ferro abbiamo testimonianza di un apertura ai modelli culturali e artistici dell'Etruria tirrenica durante la quale la città fu chiamata Felsina (principale città Etrusca) successivamente con la discesa dei Galli gli Etruschi persero il controllo dell'area il dominio gallico della zona durò fino al 196 avanti Cristo quando arrivarono i Romani nel 189 avanti Cristo, questi ultimi formarono una colonia sul sito a cui diedero il nome di Bonomia dopo la caduta dell'impero fu soggetta ad Odoacre ed a Teodorico il Grande 493 526 a Bisanzio ed infine nel 727 ai Longobardi nel 774 la città fu conquistata da Carlo Magno che la consegnò a Papa Adriano I nel 1507.

Bologna passò sotto lo Stato Pontificio e nel 1530 nella basilica di San Petronio venne celebrata l'incoronazione ad Imperatore di Carlo quinto per mano di Papa Clemente settimo la città rimase allo Stato Pontificio fino al 1796 quando con Napoleone arrivarono a Bologna le truppe francesi tuttavia dopo il congresso di Vienna del 1815 la città tornò allo Stato Pontificio e vi sì stabilirono gli austriaci per essere poi annessa con il plebiscito del 1860 al Regno di Sardegna che diventerà il Regno d'Italia un anno dopo la città di Bologna durante la Seconda Guerra Mondiale subì gravi danni sia per la perdita di oltre tremila uomini sia per la distribuzione di monumenti tra il 1987 ed il 1994 imperversò nel territorio di Bologna la banda della Uno Bianca l'azione più sanguinosa della banda avvenne il 4 gennaio 1991 denominata la strage di Pilastro (rione periferico della città di Bologna) in cui vennero uccisi tre carabinieri.
La città ospita un gran numero di imprese alimentari elettroniche e meccaniche risulta essere la quarantaquattresima città più ricca d'Europa la seconda in Italia dopo Milano oggi Bologna è al centro di un importante distretto industriale meccanico ed elettromeccanico affermandosi in particolare in ambito motoristico con importanti realtà come la Ducati e la Lamborghini mentre nel settore dei macchinari elettronici hanno sede la Beghelli e la Faac mentre nel settore agroalimentare ha sede la Granarolo.

Per quanto riguarda l'ambito sportivo Bologna non è seconda a nessuno a partire dalla squadra di calcio che attualmente milita nel campionato di serie A la società è stata fondata nel 1909 la società cadde in fallimento nel 1993 e sì ricostituì con l'attuale denominazione Bologna football Club nella sua storia vinse sette volte il campionato italiano l'ultimo nella stagione 1963-64 e due coppe Italia l'ultima nella stagione 1973-74, l'ultimo successo a livello europeo è stata la Coppa Intertoto nella stagione 1998 nella formazione di quella stagione 1997-98.

Un altro sport molto importante per la città di Bologna e per i bolognesi è il basket con la presenza di due squadre nel massimo campionato nazionale la serie A1 la Virtus e la Fortitudo Bologna che hanno dominato il basket italiano ed europeo negli anni novanta con due tifoserie completamente diverse tra loro la Virtus viene fondata nel 1927 e nella sua storia è vincitrice di quindici scudetti otto coppe Italia e due Eurolega e nella stagione scorsa ha trionfato nella basketball Champions League mentre la Fortitudo Bologna è stata fondata nel 1932 ed è vincitrice nella sua storia di due scudetti e due supercoppe Italiane.

La rivalità tra le due tifoserie è molto forte e nasce dal fatto che la tifoseria Virtus nasce dalle fasce borghesi della città mentre la tifoseria della Fortitudo nasce dalle fasce più giovani e calde della città questa diatriba ebbe il suo culmine sul finire degli anni novanta più precisamente nella stagione 1997 1998 quando le due squadre arrivarono ai quarti di finale di Eurolega e a due minuti e dieci secondi dalla fine succede il caos: dopo un rimbalzo tra Fucka e Savic sì accese una rissa risultato dieci espulsi vinse la corazzata Virtus contro outsider Fortitudo quella partita vergognosa.

Oltre allo sport Bologna è famosa anche per aver dato i natali a tre cantanti che hanno scritto una parte importante della storia della musica italiana Lucio Dalla nato a Bologna il 4 marzo 1943 e deceduto in Svizzera a Montreaux il primo marzo del 2012 tra le sue canzoni più famose ricordiamo Caruso scritta nel 1986 vince e il due ottobre 2019 le poste italiane emettono un francobollo in suo onore. Un altro fenomeno della musica italiana nato in quel di Bologna è Gianni Morandi 11 dicembre 1944 è considerato una delle colonne portanti della musica leggera italiana con oltre cinquanta milioni di dischi venduti dal 2010 al 2014 è stato presidente onorario del Bologna calcio squadra di cui è tifoso sfegatato ha fatto il conduttore del festival di Sanremo nelle edizioni 2011 e 2012 Bologna ha visto un altro cantante che più recentemente è nato a Bologna sì tratta di Cesare Cremonini nato il 27 marzo 1980 nel 1999 forma un gruppo musicale di cui era il leader i Lunapop sciolti nel 2002.

Gastronomicamente parlando Bologna è famosa per la mortadella IGP ( indicazione geografica protetta) un piatto tipico della cucina bolognese famoso in tutto il mondo sono le lasagne al ragù questa ricetta è la quintessenza della ricchezza della cucina bolognese la carne deve essere rigorosamente mista di manzo e di maiale per dare sapore alla ricetta e la pasta con la sfoglia porosa adatta per trattenere il condimento.

Abbiamo parlato di calcio e basket, anche la pallavolo ha lasciato il segno della storia sportiva bolognese. Sorta nel 1972 l'Unione Sportiva Zinella ha raggiunto la serie A1 nel 1981 ed ha vinto la Coppa Italia nel 1984 e lo Scudetto nel 1985, a questo va aggiunto in Coppa delle Coppe (ira Challenge Cup) nel 1987. Agli inizi degli anni '90 è arrivato il declino prima di risalire nel 2007 con il ritorno in A2 e la rinuncia nel 2010. Nel 2019, dopo anni nei tornei regionali, la Zinella è stata acquisita dalla Pallavolo San Lazzaro che a sua volta, a inizio 2019, confluisce nella Nuova Pallavolo Bologna insieme ad altre 6 società del territorio e nel campionato 2019-2020 milita in serie B.
Nel femminile l'Idea Volley ha partecipato, in collaborazione con Forlì, al campionato di A1 (2012-13) e negli anni successivi alla B1 dove ha centrato i play off per la A2 nel 2015 dove aveva nel roster giocatrici conosciute come la centrale Francesca Gentili, Giulia Rubini. Attualmente partecipa al campionato di B2.

 


BALOO VOLLEY IN TOUR

Per conoscere la prima parte di Baloo Volley In Tour. 1) Conosciamo Cremona, la città all'ombra del Torrazzo 2) Conosciamo Parma, i grandi successi della città Ducale 3) Conosciamo Reggio Calabria, la pallavolo sulla punta dello Stivale 4) Conosciamo Torino, il volley all'ombra della Mole 5) Conosciamo Matera, il forte legame tra la città dei Sassi e la pallavolo 6) Conosciamo Crema, città di cultura, cosmesi e pallavolo 7) Conosciamo Spoleto, la città nativa dello Zar Ivan 8) Conosciamo Castellana Grotte, faro della pallavolo nelle Murgie 9) Conosciamo Bolzano, i tesori pallavolistici tra le Dolomiti 10) Conosciamo Roma, come è nata la Città Eterna 11) Conosciamo Falconara Marittima, il volley sulle sponde dell'Adriatico 12) Conosciamo Agrigento, la pallavolo dalla Valle dei Templi 12) Conosciamo Catania, quando gli Scudetti parlavano siciliano 13) Conosciamo Treviso ed un'irripetibile storia pallavolistica 14) Conosciamo Santa Croce sull'Arno, l'orgoglio del volley pisano 15) Conosciamo Asti ed un volley tutto spumeggiante 16) Conosciamo Mantova, il volley decantato dal sommo poeta Virgilio 17) Conosciamo Orvieto, il volley nel segno Agricola Zambelli 18) Conosciamo Sala Consilina, il volley col nome di Antares

 

Servizio a cura di Marco Boldini

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù