BALOO VOLLEY IN TOUR. Conosciamo Bolzano, i tesori pallavolistici tra le Dolomiti

Siamo arrivati all'appuntamento numero nove con la nostra rubrica Baloo Volley In Tour History: tra le montagne dell'Alto Adige si trova Bolzano

Di Redazione | Domenica, 19 Aprile 2020 19:09

Panorama di Bolzano


Bolzano, (Bozen) capoluogo dell'omonima provincia con circa centottomila abitanti i cittadini parlano due lingue italiano e tedesco in quanto il territorio confina con Austria e Svizzera due nazioni di lingua tedesca la città è una delle migliori in Italia per qualità della vita e per essere stata territorio dell'Impero Austro-Ungarico.

Tra il 1810 e il 1814 la parte meridionale e quella orientale della provincia appartennero al ai domini napoleonici come parte del Dipartimento dell'Alto Adige e Dipartimento della Piave, la parte settentrionale fece invece parte del Regno di Baviera. Dopo la caduta di Napoleone (a seguito del Trattato di Vienna) in quanto parte del Tirolo, passò assieme al Trentino agli. Nel 1920, a seguito della Prima Guerra Mondiale, il territorio venne annesso al Regno d'Italia.

Uno dei piatti tipici della cucina a sono sicuramente i canederli, knödel in tedesco, grossi gnocchi di patate che possono essere farciti a piacere. Bolzano è situata al centro delle colline ricche di vigneti è la porta d'ingresso verso le Dolomiti ospita il museo archeologico al cui interno è conservata la mummia di Ötzi è un reparto archeologico ritrovato il 19 dicembre 1991 sulle Alpi Venoste a 3213 metri di altezza al confine tra Italia ed Austria, la città è attraversata dal fiume Adige nasce presso il passo Resia in val Venosta e sfocia nel Mar Adriatico con una lunghezza complessiva di 410 chilometri. L'agricoltura è una delle fonti principali per il sostentamento del territorio tra le maggiori produzioni ci sono le mele e l'uva oltre all'agricoltura l'attività produttiva si basa anche sull'acciaio sulla produzione di autoveicoli pesanti.

Bolzano ha dato i natali a pallavolisti importanti come Simone Giannelli, Raphaela Folie e Francesca Scudo Stellare Gentili (ex Esperia ed Offanengo). Nei primi anni '00 la formazione maschile ha partecipato ad alcuni campionati di A2 ed ora la società principale, Bruno Mosca, è iscritta al campionato di A3. Nel femminile, dopo la lunga cavalcato dalla B2, la Neruda ha raggiunto la A1 con promozione diretta e Coppa Italia di A2. Dopo aver rinunciato nel 2017 alla massima serie, ora è iscritta alla B2.

 


BALOO VOLLEY IN TOUR

Per conoscere la prima parte di Baloo Volley In Tour. 1) Conosciamo Cremona, la città all'ombra del Torrazzo 2) Conosciamo Parma, i grandi successi della città Ducale 3) Conosciamo Reggio Calabria, la pallavolo sulla punta dello Stivale 4) Conosciamo Torino, il volley all'ombra della Mole 5) Conosciamo Matera, il forte legame tra la città dei Sassi e la pallavolo 6) Conosciamo Crema, città di cultura, cosmesi e pallavolo 7) Conosciamo Spoleto, la città nativa dello Zar Ivan 8) Conosciamo Castellana Grotte, faro della pallavolo nelle Murgie

 

Servizio a cura di Marco Boldini

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù