SERIE B1-A. Tecnoteam, l'analisi di Carlotta Zanotto: “La 'pausa' non è arrivata in un momento ideale”

ALBESE CON CASSANO (CO). In questo periodo dominato dall’incertezza e dalla preoccupazione per il diffondersi del Covid-19, la Tecnoteam, capolista insieme a Lecco nel girone A, ha il suo punto di riferimento in Carlotta Zanotto

Di Redazione | Giovedì, 05 Marzo 2020 05:00

La grinta di Carlotta Zanotto

 

Nelle fila gialloblù la schiacciatrice veneziana classe 1993, racconta il clima che si respira in riva al Lago di Como in questa fase di ‘impasse’. “L’interruzione delle attività non è arrivata in un momento ideale: stavamo carburando, trovando un nostro equilibrio ed un’amalgama di squadra. Nei tre giorni di fermo ognuna ha fatto il possibile, essendoci le palestre chiuse. Abbiamo sostenuto allenamenti personalizzati, per stare in movimento, per poi riprendere gli allenamenti in gruppo alla volta di giovedì, appena ricevuto il permesso del Comune”.

Dopo quattordici giornate di campionato, Albese si trova in vetta alla classifica a pari punti con Lecco ma con una gara in più delle rivali. Carlotta riflette sui risultati fin qui ottenuti. “Abbiamo perso punti per strada da non lasciare. Contro Cremona non abbiamo giocato la nostra pallavolo, loro sono state brave a metterci in difficoltà ma noi ci abbiamo messo del nostro. Speriamo che il ritorno vada bene, noi continueremo a giocare come abbiamo fatto nelle nostre migliori partite”. Un momento top ed un momento flop? “Nelle ultime partite stavamo proprio andando bene, a detta dello staff e di chi ci segue: mi piace pensare che un vero momento top debba ancora arrivare. Un momento flop sicuramente la gara con Cremona: dopo aver vinto con Lecco a fine 2019, ripresentarsi al ritorno dalle vacanze con una prestazione del genere, è stato certamente un momento difficile da affrontare”.

Carlotta è al primo anno di militanza nella Tecnoteam Albese ma vanta esperienze dalla serie C, dove ha esordito con la Omega San Donà, portandola alla B1, fino alla A1 con la maglia di Conegliano a 19 anni. Dopo un anno al Promoball in A2, promozione in A1 con coach Leo Barbieri, sceglie di superare i confini nazionali per giocare due anni a Évreux, nella Ligue A francese. Al ritorno in Italia, un anno a Soverato (A2), due anni a Pinerolo con promozione dalla B1 alla A2 ed ora la nuova sfida con la maglia gialloblù. “Sono molto contenta della mia carriera sin qui. L’esperienza all’estero mi ha formato molto per la vita e sul campo. Per questa stagione ero alla ricerca di una società seria, con obiettivi importanti, in cui vivere la pallavolo e la vita in modo serio. Sono più che soddisfatta della scelta fatta, la società è importante ed anche il pubblico ci aiuta molto seguendoci con fiducia”.

 

Servizio e fotografie a cura di Davide Moroni

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù