SERIE A2. Exacer, i 21 punti di Francesca Scudo Stellare Gentili regalano una vittoria importante

ROMANENGO (CR). "Il centrale è niente che possa essere paragonato a un altro sport. Non è un mediano e non è un gregario, anche se si sacrifica e sgobba. Non è una punta, anche se fa punto, e non è un fantasista, anche se può creare e inventare.... (Ivan Zaytsev)

Di Francesco Jacini | Martedì, 03 Dicembre 2019 14:20

Francesca Scudo Stellare Gentili

 

Capita, a volte, che in una gara una centrale realizzi tanti punti quanti ne possa fare una schiacciatrice o un'opposta. E' il caso di Francesca Gentili che nella sua vita da centrale nella gara tra Exacer Montale-Eurospin Pinerolo (serie A2, girone A) ha messo a terra ben 21 palloni nella sfida vinta dalle emiliane e le forti piemontesi, stabilendo il suo record personale in cadetteria. Una vittoria importante per le flower power di coach Ivan Tamburello che interrompono una striscia negativa di tre ko consecutivi e che rimescola le carte per la prossima Poule promozione in un girone pazzo ed imprevedibile. Se si esclude il percorso di San Giovanni Marignano che sta facendo un campionato a se, lasciando briciole alle avversarie ed il vuoto alle spalle, ogni domenica può succedere tutto il contrario di tutto e sino all'ultima giornata nulla potrà essere dato per scontato.

 

"Ma che splendore che sei nella tua fragilità e ti ricordo che non siamo soli a combattere questa realtà"  (Marco Mengoni)

 

Ritorniamo a Montale-Pinerolo. Giornata di grazia per la ventinovenne atleta di Bolzano, che innescata dalle sapienti mani di Francesca Saveriano ha raccolto in cielo petali di rosa ed ha scagliato al suolo bombe al neutrone. 19 attacchi vincenti su 23 per FG#7 nel cosmo del cuore invincibile eroe, una percentuale altissima. Come Mida il Re della Frigia che ogni cosa che toccava si trasformava in oro, qui ogni pallone luccicava punti aurei.

 

"Devi mostrarti invincibile, collezionare trofei ma quando piangi in silenzio scopri davvero chi sei" (Marco Mengoni)

 

Un successo importante le modenesi in vista dei prossimo impegni futuri che stanno prendendo coscienza della loro forza e valore e devono guardare avanti con positività. Intanto Francesca Gentili, ritornata in A2, dopo cinque campionati nel Purgatorio della B1 con alterne fortune, si coccola il suo record (e presto potrebbe raggiungerne un altro) nella sua vita da centrale, al centro del mondo.


"E' una razza a sè. E' pun ersonaggio mitologico.E' un saltatoore, un saltatore nato, anche se spesso salta a vuoto e gratis. Bisogna avere un cronosoma speciale per essere centrali" (Ivan Zaytesv).

 

Non sono Zar. Sono io, uno qualunque che ama Francesca, convinto che bisogna avere un cronosoma speciale per essere Francesca Gentili, lo Scudo Stellare del volley italiano.

 

In allegato il video di Essere Umani di Marco Mengoni

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Video

Tiramisù