FIPAV CRE-LO. Il saluto del presidente Luca Pavesi

CREMONA. A pochi giorni dalle elezioni del nuovo consiglio territoriale, fissato per martedì 24 settembre, il presidente uscente scrive alle società affiliate. Di seguito la missiva

Di Redazione | Giovedì, 19 Settembre 2019 09:29

Luca Pavesi


"Carissimi Presidenti

A chiusura del mio mandato di Presidente del Comitato Territoriale Cremona-Lodi, volevo congedarmi da voi lasciandovi queste mie riflessioni. “20 settembre 1987, una data che ha cambiato e condizionato più di due terzi della mia vita.
32 anni in cui ho visto passare migliaia tra atleti, tecnici e dirigenti: molti passati come meteore, tanti senza infamia e senza lode, alcuni con discreti risultati, pochi hanno avuto successo, qualcuno sara’ ricordato. 32 anni in cui ho visto passare centinaia di collaboratori tra arbitri, aiutanti, consiglieri: molti passati come semplici assistenti, alcuni hanno dato un loro contributo, pochi hanno veramente aiutato a crescere il movimento, qualcuno ne e’ stato veramente una colonna portante.


32 anni in cui ho visto passare decine di persone: molte hanno avuto solo un rapporto di collaborazione, alcuni sono andati oltre il semplice rapporto collaborativo, pochi sono diventati amici, qualcuno si è dimostrato un vero amico, uno purtroppo, il migliore, non c’è più. 32 anni in cui il mondo della pallavolo è completamente cambiato, e noi con lui. Ho dedicato un terzo della mia vita all’arbitraggio, perché ero convinto che questo ruolo mi avrebbe aiutato sia nello sport che nella vita reale, ed ho avuto ragione, sia per i risultati conseguiti che per quello che mi ha insegnato. Ho dedicato l’altro terzo della mia vita al nostro Comitato, perché ero convinto di poter fare qualcosa di utile e di poterlo condividere con tutti voi, ed ho avuto ragione, perché insieme abbiamo raggiunto risultati importanti. Quando ho iniziato, avevo trovato un Comitato in difficoltà, pieno di incertezze e di attriti interni, dove le società faticavano a relazionarsi tra loro, relegato ai margini di un progetto di crescita che la Lombardia stava portando avanti. Oggi siamo diventati il quarto Comitato della Lombardia, per numero di società, e il dodicesimo in Italia, grazie al lavoro che tutti insieme abbiamo portato avanti.

Fin dall’inizio ci siamo posti obiettivi importanti, obiettivi che uno dopo l’altro sono stati raggiunti con sacrifici e impegno da parte di tutti. Abbiamo aumentato i campionati ed esponenzialmente il numero di gare nella stagione; abbiamo raggiunto l’obiettivo più importante, la seconda promozione in serie D, ed oggi addirittura la terza, risultato mai sperato prima. Cinque nostre società sono approdate in serie A, ed una ha vinto campionato e Champions League; quattro sono presenti in serie B, mentre più di una decina sono sempre nei roster del regionale. Numeri che una volta non avremmo mai immaginato di avere.
Ma come per tutte le cose, esiste un inizio ed una fine, ed oggi, sereno ed orgoglioso per tutto quello che insieme abbiamo fatto, sicuro di aver portato tutta la mia esperienza e la mia conoscenza al vostro servizio, è giunto il momento di lasciare spazio a chi ha più tempo e nuove idee da dedicare al nostro movimento, convinto di essere stato in grado di affrontare in prima persona il cambiamento, ma di essere stato affiancato da chi, purtroppo, non è stato in grado di farlo.

 

Con affetto e stima il vostro Presidente".

 


Pavesi Luca

 

 


RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù